8.6 C
Rome
domenica, Ottobre 24, 2021

OCCORRE LA TRANSIZIONE ETICA

Ultimi articoli

Eloquenti  i video del disastro al Ponte dell’Industria e al Deposito Acotral Prenestino a Roma, dove sono andati distrutti 27 autobus in un sol colpo. 

A parte il danno economico, quante sostanze inquinanti si sono riversate nell’atmosfera e nei polmoni dei cittadini?  

Purtroppo è stato  percepito il danno ai beni immobili, piuttosto che mobili, mentre l’aspetto più grave, quello del degrado ambientale, è passato in secondo piano.  

Occorre davvero una transizione etica, affinché  la prevenzione parta proprio dalle situazioni di rischio ambientale, che quasi sempre coincidono con l’abbandono, con la negligenza e l’indifferenza.

Senza un deciso cambio di passo, sul piano culturale, ogni iniziativa per la transizione ambientale potrebbe risultare vana.

Ecoreati: quando l’uomo sembra non avere coscienza

Eventi di questo tipo sottolineano ancor di più quanto l’uomo spesso sia sconsiderato. Oltre agli ingenti danni economici, si dovrà fare i conti anche con le conseguenze ambientali dell’accaduto.

Ciò che l’uomo non comprende è che ledere l’ambiente è come recare danno a sé stesso. In primo luogo perché l’ambiente e quindi la natura, sono la casa che ci accoglie, il mondo che viviamo.

In secondo luogo, perchè le conseguenze di questo atteggiamento torneranno indietro come un boomerang.

La grande quantità di diossine dispersa nell’aria durante l’incendio, ha sicuramente compromesso l’aria dell’ambiente circostante. Esponendo così, a gravi rischi tutta la popolazione limitrofa.

Non è la prima volta che alle porte della Capitale ci ritroviamo dinnanzi a tale gravame. Ricordiamo con rammarico anche la questione dell’Eco X, quando nel 2017 siamo intervenuti in prima linea come associazoione, per assistere i cittadini che vivevano proprio nei pressi del luogo dell’incendio.

In questo caso, fortunatamente, dopo 3 lunghi anni di battaglie legali e non, siamo riusciti ad ottenere giustizia.

Difatti, nel marzo 2020 il Tribunale di Velletri ha condannato l’imputato, Sig. Antonio Buongiovanni e le società Eco X S.r.l ed Eco X Servizi per l’ambiente S.r.l. per l’incendio divampato all’interno della struttura nel maggio 2017.

Nota a cura dell’avv. Ezio Bonanni

Per scoprire di più consulta il seguente articolo: Eco X: arriva la condanna dei responsabili dopo 3 anni.

- Advertisement -

Numero verde ONA

Chiedi assistenza gratuita