Ispessimento pleurico e assistenza ONA

Ispessimento pleurico

L’ispessimento pleurico (pleurico significato: relativo alla pleura, membrana che avvolge singolarmente ciascun polmone) è una malattia asbesto correlata, così come i tumori pleurici, placche pleuriche, asbestosi, mesotelioma, tumore polmonare e altre neoplasie. Nei casi di presenza di placche in entrambi i polmoni, si tratta di ispessimento pleurico bilaterale (ispessimenti pleurici biapicali, ispessimento pleurico apicale bilaterale). Le fibre di asbesto, inalate, arrivano prima agli alveoli polmonari (con ispessimento polmone) e poi alla pleura (per contiguità e per diffusione linfatica), provocando infiammazione pleura

Ispessimento polmonare cause

L’ispessimento polmonare è quasi sempre provocato dalla inalazione di fibre asbesto (ispessimento pleura cause). Nella pleura ispessita, le fibre provocano infiammazione e fibrosi. L’ispessimento pleurico e le placche pleuriche da asbesto sono il segno biologico di elevata esposizione ad asbesto, che solitamente avviene solo per motivi di lavoro (ispessimento pleurico malattia professionale).

Ispessimento pleurico sintomi

I sintomi lieve ispessimento polmoni (o lieve ispessimento pleurico) sono difficoltà a respirare, astenia e facile affaticabilità. Negli ispessimenti della pleura con fibrosi massiva, si associa una sindrome respiratoria restrittiva con tosse secca e dolore toracico. In alcuni casi di focale ispessimento pleurico si aggiungono le atelettasie rotonde, lesioni pleuroparenchimali conseguenti a versamenti pleurici che portano al collasso polmonare

Per approfondire: ispessimento pleurico cause e sintomi

Benefici e indennizzo INAIL per ispessimento pleurico

I lavoratori malati di ispessimento pleura hanno diritto all’indennizzo INAIL malattia professionale. L’INAIL ne riconosce l’origine occupazionale assegnando la percentuale di grado invalidante:

  • meno del 6%: L’INAIL non liquida alcuna prestazione, il lavoratore deve ottenere il risarcimento danni dal datore di lavoro
  • tra il 6% e il 15%: l’INAIL indennizza il solo danno biologico
  • a partire dal 16%: diritto alla rendita INAIL con importo legato al grado invalidante e alla retribuzione (calcolo rendita INAIL)

Approfondisci su: Pensione immediata per lavoratori malati

Ispessimento pleurico prepensionamento

Con il riconoscimento malattia professionale da parte di INAIL, l’INPS accredita le maggiorazioni contributive per esposizione asbesto e prepensionamento. 

I benefici amianto corrispondono al 50% del periodo di esposizione, che quindi va rivalutato con il coefficiente 1,5. Il coefficiente di 1,5 è valido sia per anticipare la data della maturazione del diritto a pensione, sia per rivalutare economicamente i ratei pensionistici. Il pensionamento anticipato in caso di ispessimento della pleura evita ulteriori esposizioni ad asbesto e quindi diminuisce il rischio di degenerazione in mesotelioma pleurico.

Mesotelioma pleurico come evoluzione degli ispessimenti pleurici

Le infiammazioni pleura, come la pleurite bilaterale, almeno nel 7/10% dei casi si evolvono in tumori pleurici, come il mesotelioma pleurico, malattia amianto tra le più aggressive.

Il mesotelioma pleurico può insorgere anche dopo 40-50 anni dalla prima esposizione. I tempi di latenza delle placche pleuriche e degli ispessimenti pleurici sono invece inferiori (10-15 anni dall’inizio dell’esposizione).

I lavoratori esposti ad asbesto affetti da ispessimento pleurico e placca pleurica debbono sottoporsi controlli periodici (sorveglianza sanitaria) per ottenere la diagnosi precoce di eventuali malattie amianto e quindi migliori e più efficaci terapie.

Carcinoma bronchiale in seguito ad ispessimenti pleurici

Le fibre di asbesto aumentano il rischio di carcinoma bronchiale e di tumore al polmone, che ha tempi di latenza anche di 30 anni dalla prima esposizione. I lavoratori affetti da placche pleuriche e ispessimenti pleurici vanno sottoposti a sorveglianza sanitaria per monitorare il rischio di insorgenza di cancro del polmone.

Cos’è la pleurite

Cos’è la pleurite: la pleurite consiste nella infiammazione della sierosa pleurica (infiammazione pleura), è causata da vari fattori, e si distingue dai versamenti pleurici non infiammatori (pleurite significato). In caso di versamento semplice, questo può riassorbirsi con una adeguata terapia antibiotica, mentre se è più complicato è necessario un drenaggio con toracentesi (pleurite cos’è). La distinzione viene fatta attraverso l’esame di un campione di liquido pleurico dalla parete toracica. Se sono presenti versamenti chiusi (saccati), spesso si ricorre alla chirurgia e al drenaggio a cielo aperto per evitare sepsi.

La pleurite diagnosi è fondamentale in caso di esposizione ad asbesto in quanto può essere un primo campanello di allarme per patologie più gravi causate da questo minerale, come asbestosi, mesotelioma pleurico, tumore polmonareispessimento pleurico altre malattie dell’apparato respiratorio

Pleurite cause

Le pleuriti tubercolari per anni sono state le più frequenti e ancora oggi sono tutt’altro che rare.  Le cause pleurite possono essere:

  • fibre di asbesto
  • fenomeni immunitari e/o allergici
  • agenti infettivi
  • fattori metabolici (pleuriti colesteroliche)
  • traumi
  • fattori cardio-circolatori e malattie cardio-circolatorie o cardio-polmonari
  • tumori primitivi pleurici (mesotelioma, asbestosi)
  • neoplasie maligne polmonari e metastasi pleuriche di tumori maligni ad insorgenza extrapolmonare (cancro della mammella, linfoma)

Pleurite sintomi

I sintomi pleurite dipendono dal tipo. In caso di pleurite secca, spesso non ci sono sintomi o comunque sono molto lievi. Infatti, spesso vengono diagnosticate a distanza di anni e durante controlli effettuati per altri motivi. I pleurite sintomi più evidenti possono dolore toracico peggiorato dai colpi di tosse, dalle inspirazioni profonde e dal decubito sul lato affetto, febbre non elevata, compromissione delle condizioni generali e tosse secca insistente. Le pleuriti essudative, forme infettive, hanno come altri sintomi brividi e brusco aumento della temperatura (39°-40°) costante per 4-5 giorni. La pleurite reumatica provoca abbondante sudorazione soprattutto notturna, oltre a dolore toracico, tachipnea e dispnea.

Diagnosi pleurite

La diagnosi pleurite parte dalla anamnesi e quindi viene valutata l’eventuale esposizione del paziente ad agenti patologici, come l’asbesto, o a traumi. Si procede poi alla ispezione, palpazione, percussione ed ascoltazione, eseguite in quest’ordine, ed infine l’accertamento radiologico per completare e confermare la diagnosi pleurite

Cura pleurite

La terapia pleurite deve colpire le cause scatenanti. Alla terapia pleurite possono essere associati interventi di cura antidolorifica e antinfiammatoria per alleviare i sintomi pleurite. Per la pleurite secca il trattamento farmacologico va orientato contro il micobatterio, quindi si ricorre agli antibiotici. In concomitanza va impostata una terapia anti-infiammatoria e di sostegno per le condizioni generali del paziente. La cura pleurite essudativa prevede la somministrazione di antibiotici e antinfiammatori oltre all’intervento di toracentesi pleurite. L’accesso diretto nel cavo pleurico consente l’immissione di farmaci direttamente nella sede del processo pleuritico (pleurite tempi di guarigione). 

Assistenza gratuita

L’ONA consiglia la sorveglianza sanitaria in caso di ispessimento della pleura per la diagnosi ispessimento pleurico precoce. La diagnosi precoce permette anche le migliori terapie in caso di tumori pleurici e tumori amianto, e quindi maggiori aspettative di vita e chance di guarigione.

.

numero verde ona

Il presidente ONA, avvocato Ezio Bonanniassiste le vittime ispessimento della pleura amianto con assistenza legale gratuita con lo Sportello Amianto Online.

Leave a Comment

Your email address will not be published.