Vittime amianto: tutela legale gratuita e altri veleni

L’Osservatorio Nazionale sull’Amianto – ONA è l’associazione di categoria delle vittime dell’amianto e degli altri cancerogeni. Oltre alla tutela legale, l’associazione si prefigge la prevenzione primaria. E’ questo l’unico strumento per evitare l’insorgenza delle numerose patologie asbesto correlate, provocate dalle fibre di amianto, comunque sempre dannose per la salute umana.

Le tesi dell’Osservatorio Nazionale Amianto e dell’Avv. Ezio Bonanni, che ne è stato chiamato alla presidenza, sulla necessità di evitare l’esposizione a tutti i cancerogeni, sono state autorevolmente accolte nei più alti consessi scientifici (Comments on the 2014 helsinki consensus report on asbestos).

Allarme Amianto - Assistenza gratuita

La ricerca scientifica e poi l’altro banco di prova per la tutela della salute, per coloro che purtroppo sono stati già esposti, oppure hanno già ricevuto la diagnosi di patologia asbesto correlata, ovvero di altre patologie, in particolare quelle tumorali (cancro amianto).

Il mesotelioma, in particolare il cancro della pleura. Lo stesso tumore al polmone, che è un cancro multifattoriale, se diagnosticato tempestivamente, in uno stadio iniziale, può essere curato efficacemente (con sopravvivenza ai 5 anni di una percentuale elevata, in particolare per carcinoma polmonare non a piccole cellule). Per questi motivi, la sorveglianza sanitaria è fondamentale per ottenere la diagnosi precoce. Le cure più tempestive e più efficaci di qualsiasi patologia, comprese quelle tumorali, rappresentano l’unica risposta per coloro che, purtroppo, sono stati già esposti alla fibra killer e si sono già ammalati.

La tutela legale, ovvero le azioni legali per il riconoscimento dell’origine professionale delle patologie asbesto correlate (placche pleuriche, ispessimenti pleurici, asbestosi, mesotelioma, tra cui quello della pleura, del peritoneo, del pericardio e del testicolo, piuttosto che il tumore polmonare, della laringe, delle ovaie, e del colon, e degli altri organi dell’apparato gastrorespiratorio) e il risarcimento del danno, non restituiscono la salute, e non rappresentano un’efficace tutela dei beni più importanti (la vita e la salute). Le azioni di risarcimento, e la più ampia tutela legale, compreso quella per le vittime del dovere, costituiscono solo uno strumento di sopravvivenza per chi è gravemente ammalato e per i suoi famigliari. Per questo motivo, l’ONA e l’Avv. Ezio Bonanni sostengono la necessità di evitare tutte le forme di esposizione ai cancerogeni.

I servizi di assistenza gratuita

I cittadini e i lavoratori esposti amianto ed altri cancerogeni, che temono perciò stesso di aver subito danni alla salute, con rischio di mesotelioma e di altri tumori amianto e di altre malattie, possono rivolgersi all’ONA, per l’assistenza gratuita. Lo staff medico è coordinato dal Dott. Arturo Cianciosi. Il servizio di assistenza legale è coordinato dall’Avv. Ezio Bonanni.

Il pull dei legali dell’ONA assicura alti standard di tutela dei diritti delle vittime dell’amianto e di altri cancerogeni.

  • Indennizzo INAIL malattia professionale. Il percorso è avviato con il rilascio del certificato di malattia professionale con cui l’INAIL avvia la procedura e decide. In caso di rigetto, si agisce con il ricorso amministrativo e poi con il ricorso giudiziario.
  • Prepensionamento. I lavoratori esposti ad amianto, anche chi è privo di patologia, ha diritto al prepensionamento e alla rivalutazione della prestazione. In caso di malattia amianto, si può accedere al pensionamento immediato, a prescindere dall’età anagrafica e dall’anzianità contributiva.
  • Riconoscimento causa di servizio (equo indennizzo e pensione privilegiata);
  • Riconoscimento vittime del dovere. Questi diritti sono riconosciuti a coloro che hanno contratto infermità per causa di servizio in condizioni ambientali ed operative eccedenti l’ordinarietà, ai sensi dell’art. 1, co. 564, L. 266/2005, e art. 1 del d.p.r. 243/2006. 
  • Risarcimento danni. La vittima e i loro famigliari possono chiedere di ottenere il risarcimento del danno.

L’assistenza tecnica, quella medica e quella legale sono gratuite. I servizi possono essere richiesti presso le sedi territoriali, e online.

Assistenza

ASSISTENZA GRATUITA