Osservatorio Nazionale Amianto: aderisci

L’Osservatorio Nazionale AmiantoONA Onlus è una associazione di utilità sociale. Rappresenta, tutela e assiste cittadini e i lavoratori esposti ad amianto ed inoltre le vittime dell’amianto e di altri agenti patogeni e cancerogeni.

Indice dei contenuti

Tempo stimato di lettura: 4minuti

Aderisci all’ONA: la lettera dell’Avvocato Bonanni

In questo 2022 continua la nostra battaglia di civiltà e giustizia per le vittime dell’amianto, per coloro che sono stati già esposti, ancor di più per coloro che hanno già subito danni biologici e altri pregiudizi e per i loro familiari, ma soprattutto per l’intera collettività.

Siamo chiamati ad affrontare una sfida epocale, che è quella di prevenire non solo la strage tutt’ora in corso in Italia (Libro bianco delle morti di amianto in Italia – ed. 2021), che va ben oltre anche la questione amianto (si pensi a pratiche vaccinali, specialmente nel comparto militare, piuttosto disinvolte, esposizione ad uranio impoverito e altri cancerogeni, etc.), ma soprattutto il riscaldamento globale, il disastro che potrebbe coinvolgerci tutti e sancire la fine del Pianeta, e cioè di tutti gli esseri viventi su questa terra.

Per questo motivo Ti invito alla mobilitazione, in un momento nel quale la c.d. transizione ecologica è ancora sulla carta, e si preannuncia con strumenti singolari, come per esempio rivitalizzare il c.d. nucleare sicuro (!!!). Senza alcuna preclusione ideologica e avendo a cuore la tutela dell’ambiente e della salute, dico subito che non ci opponiamo alla ricerca sul nucleare e altre fonti di energia, purché sicure e purché rispettose del principio di precauzione.

Questo per dire che, al di là di ogni presa di posizione ideologica, politica o partitica, questo momento storico ci insegna che le Istituzioni, anche quelle internazionali, si limitano alle parole.

«Parole, tante parole, tutte ad effetto, ma che finora hanno portato a zero fatti. Annegano i nostri sogni e speranze nel loro oceano di parole e promesse vuote» (Greta Thunberg).

Osservatorio Nazionale Amianto: mobilitiamoci!

Quindi, occorre che ognuno si mobiliti con indipendenza, capacità di discernimento e soprattutto in modo libero, per dirla con Don Sturzo, questo è un appello riservato agli ‘uomini liberi e forti’, per tentare di bloccare il disastro ambientale che, specialmente i Paesi canaglia, tra i quali la Cina, grandi produttori e utilizzatori di amianto, ci stanno determinando, oltre al disastro anche sanitario del Covid-19, che ha origine dal disastro ambientale.

Per questi motivi, perché è altrettanto urgente proseguire la mappatura attraverso l’app, perché è indispensabile anche tenersi informati con il nostro Giornale sull’amianto, e ancora con il Giornale dell’ambiente, o semplicemente nel mio sito, Ti chiedo di voler sostenere il nostro impegno, perché la lotta continua.

Questa lunga epopea della lotta delle vittime dell’amianto contro la sopraffazione, l’arricchimento di pochi sulla vita di milioni di esseri umani, è ormai a un passo dal traguardo.

Aderisci alla nostra associazione, dai forza alla nostra lotta per la vita!

Ti saluto fraternamente
Avv. Ezio Bonanni

L’assistenza tecnica, medica e legale gratuita

L’associazione inoltre offre assistenza tecnica, medica e legale gratuita per raggiungere gli obiettivi di prevenzione primaria, secondaria e terziaria rispetto al rischio amianto.

Infatti, gli obiettivi dell’ONA sono la prevenzione primaria, secondaria e terziaria rispetto al rischio amianto e degli altri cancerogeni.

Siccome è stato accertato che non esiste una soglia al di sotto della quale il rischio si annulla e tutte le esposizioni sono dannose (IARC 98), è necessario evitare tutte le esposizioni, e quindi, i danni alla salute.

Le malattie asbesto correlate: prevenire e curare

L’amianto è un cancerogeno perfetto. Tant’è vero che, lo IARC (World Health Organization IARC monographs on the evaluation of carcinogenic risks to humans – Vol. 100C “Arsenic, metals, fibres, and dusts volume 100 C – A review of human carcinogens” ASBESTOS – Lyon, France 2012), ha concluso che l’amianto provoca le malattie infiammatorie:

Poi tutta una serie di neoplasie, tra le quali quelle del mesotelio, e quindi, i mesoteliomi:

Poi con certezza scientifica ed unanime consenso, altri tipi di cancro:

Queste patologie sono tutte asbesto correlate e l’INAIL le ha inserite nella lista I e debbono essere sempre riconosciute ed indennizzate.

Poi lo stesso IARC fa riferimento ad altre neoplasie:

Queste ultime sono inserite rispettivamente nella lista II e III dell’INAIL che in quanto tali, sono prive della presunzione legale di origine, e quindi, l’onere della prova sul nesso causale è a carico del lavoratore.

L’ONA ed il suo presidente avvocato Ezio Bonanni

L’avv. Ezio Bonanni, presidente ONA, è stato il pioniere della difesa delle vittime dell’amianto in Italia.

Grazie alla loro incessante attività di sensibilizzazione e di dimostrazione dei danni dell’amianto per la salute umana, sono stati intensificati le azioni di bonifica le attività di ricerca e anche di tutela legale.

La tutela dei diritti delle vittime del dovere

Il 29 ottobre 2019, avvocato Ezio Bonanni ha partecipato all’ultima audizione del Senato per discutere del disegno di legge in materia di vittime del dovere.

>>Consulta il video dell’audizione

L’ONA ha dato vita all’osservatorio delle vittime del dovere.

Le azioni di tutela del rischio amianto e altri cancerogeni hanno permesso di far emergere la condizione di rischio del personale civile e militare delle Forze Armate e del Comparto Sicurezza.

In particolare, con l’azione di tutela dell’Avv. Ezio Bonanni e dell’ONA, tutte queste vittime hanno ottenuto, oltre al riconoscimento della causa di servizio e all’equo indennizzo, anche le prestazioni previdenziali connesse al riconoscimento dello status di vittima del dovere.

L’adesione all’Osservatorio Nazionale Amianto

L’ssociazione Ona, fin dalla sua costituzione (05/08/2008), ha raccolto l’adesione delle vittime, dei loro familiari, ma anche di tanti cittadini, che non sono vittime di amianto e tuttavia vogliono esprimere la solidarietà a coloro che purtroppo sono stati già colpiti dalla Fibra Killer.

L’Ona e la sua presenza sui social media

L’ONA, grazie all’adesione e all’attività di volontariato di migliaia di lavoratori e cittadini, è presente in tutta Italia e sui Social Network (FacebookTwitter e su Youtube ).

Osservatorio Nazionale Amianto: compila il modulo di adesione!

L’adesione all’Osservatorio Nazionale Amianto rafforza quindi l’impegno comune per creare un mondo e un futuro migliore attraverso la tutela della salute e dell’ambiente.

Per perseguire le finalità di prevenzione, tutela e assistenza, è necessario bonificare e mettere in sicurezza tutti i siti contaminati per evitare future esposizioni e malattie; assicurare la sorveglianza sanitaria agli esposti per la diagnosi precoce e migliori terapie e cure; tutelare le vittime e i famigliari per il riconoscimento dei loro diritti e anche per il risarcimento dei danni.

Aderisci all’Osservatorio Nazionale Amianto!

Per poter aderire all’ONA è quindi sufficiente sottoscrivere il modulo di adesione e inoltrarlo all’indirizzo email: osservatorioamianto@gmail.com

L’importanza della adesione all’ONA e la tessera annuale

Tuttavia, la tessera annuale ha un costo di 20 Euro (quota associativa – versamento non obbligatorio), importo che può anche essere versato come bonifico intestato ad ONA Onlus (IBAN: IT67L 06230 14700 000040027069) con causale “ADESIONE ONA”.