Amianto: strage invisibile e silenziosa in Sicilia.

La Sicilia, un tempo soltanto terra baciata dal sole, avvolta dal profumo dei suoi fiori, dei suoi alberi e centro di una cultura millenaria, negli ultimi decenni, anche in seguito alla incapacità delle Istituzioni, ha visto violentate le sue coste e assassinati, con l’amianto e con altri agenti tossico-nocivi alcuni dei suoi figli, vittime innocenti di un c.d. progresso legato solo alle cose, cui non corrisponde una effettiva affrancazione delle popolazioni operose.

L’Osservatorio Nazionale Amianto sono anni, ormai, che continua a chiedere le bonifiche, la creazione di un centro di riferimento per la cura delle patologie asbesto correlate, il prepensionamento per i lavoratori esposti e il risarcimento dei danni per le vittime e i loro familiari.

Migliaia i lavoratori e cittadini che si sono mobilitati in tutta l’Isola.

Conducono questo impegno: l’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’ONA; il Sig. Calogero Vicario, operaio esposto all’amianto e affetto da patologia asbesto correlata, coordinatore regionale;il Sig. Salvatore Granvillano, coordinatore ONA Gela e tanti altri cittadini e uomini delle Istituzioni, lavoratori e professionisti, ragazzi e adulti, una società civile su cui si fonda il futuro dell’Isola.

Sono stati affiancati nelle istituzioni da tanti uomini e donne tra i quali il Dott. On.le Giuseppe (Pippo) Gianni, già Parlamentare nazionale, regionale e Sindaco di Priolo Gargallo, e da altri.

Nell’Isola la legge regionale è rimasta ancora sulla carta e purtroppo ci sono ancora, ogni anno, centinaia e centinaia di nuove diagnosi di patologie asbesto correlate, morti, lutti e tragedie.

Un genocidio nascosto e silenzioso.

Noi non ci stiamo e quindi dobbiamo insorgere in modo pacifico e non violento perché le leggi, a partire dalla legge siciliana sull’amianto, trovino applicazione.

Ne discuteremo a Siracusa, sabato 18.02.2017 ore 15.30 nella Conferenza “Amianto: strage invisibile e silenziosa in Sicilia” presso “The Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights”, in Via Logoteta n° 27.

Interverranno:

  • Avv. Ezio Bonanni, presidente nazionale ONA Onlus;
  • Avv. Ezechia Paolo Reale, segretario generale The Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights;
  • Calogero Vicario, coordinatore ONA Sicili;
  • On.le Dott. Giuseppe Gianni;
  • Dott.ssa Sabrina Melpignano del Comitato Tecnico Scientifico Nazionale ONA Onlus;
  • Dott. Pietro Cascio, Presidente Regionale Fenapi Sicilia.
2 Comments
  1. Germana.bianchini 2 anni ago
    Reply

    Chiedo al governo di procedere con la massima rapidita’ per blocccare le autirizzazioni alka discaruca d’amianto di sannazzaro de burgundi.pv.
    Ritengo che la realuzzazione di questa discarica d’amianto si possa definire un vero e proprio omicidio di massa se venusse realizzata,tenendo conto della pericolosita’ gia dumostrata per la vicinanza alla raffineria Eni dove gli incendi continui hanno gua portato danni irreversibili a tutti i cittadini del territirio di sannazzaro e comuni limitrofi.quindi chieduamo la revoca IMMEDIATA DELLA CONCESSIONE ALLA REALIZZAZIONE DELLA DUSCARICA D’AMIANTO CONCESSA DALLA REGIONE LOMBARDIA.

    • Studio Bonanni 1 anno ago
      Reply

      Buongiorno,
      stiamo continuando a lottare contro la discarica.
      Sarebbe importante una sua adesione all’ONA.
      Ci scriva all’indirizzo osservatorioamianto@gmail.com.

      Saluti

Leave a Comment

Your email address will not be published.