Scuola Leonardo Da Vinci: si chiede piena luce sui ritardi nella rimozione dell’amianto

0
Istituto Leonardo da Vinci di Firenze

Istituto Leonardo da Vinci di FirenzeSolo nell’estate 2017, l’ultima ala della scuola fiorentina Leonardo da Vinci, con presenza di amianto, è stata abbattuta.

Le autorità hanno l’incrollabile fede che l’istituto Leonardo da Vinci dove è stata riscontrata la presenza di amianto, con primo ordine di abbattimento in data 27.11.1997 (ma che in realtà è sopravvissuta con il suo terribile carico di amianto fino ai tempi più recenti), non abbia determinato alcun decesso e alcun danno alla salute per coloro che, ignari, vi hanno soggiornato in qualità di allievi, oppure come docenti e non.

Eppure l’amianto è un cancerogeno…Un killer potentissimo, silenzioso e brutale che quando colpisce non lascia scampo e allora gli studenti della scuola di Firenze che hanno frequentato l’istituto avrebbero avuto tutto il diritto a non inalare la fibra killer.

Mercoledì 29 novembre 2017 si terrà presso il Tribunale penale di Firenze, ufficio del GIP, l’udienza in Camera di Consiglio. La procura ha infatti chiesto per la seconda volta l’archiviazione. Già una prima richiesta era stata rigettata dal GIP, poiché le indagini erano risultate insufficienti, ed erano necessari ulteriori approfondimenti.

Una seconda volta il PM ha chiesto l’archiviazione. Anche questa volta l’ONA si è opposta chiedendo che venga fatta piena luce su questa vicenda che, se portasse alla conferma di casi di decesso causati dall’amianto presente nella scuola delineerebbe responsabilità, penali e civili.

L’ONA contesta l’operato delle autorità gigliate in quanto la deliberazione ASL per la rimozione dell’amianto risale al 27.11.1997 quando invece le autorità (nomi eccellenti tra cui l’ex premier Matteo Renzi, prima presidente della provincia e poi Sindaco della città di Firenze) hanno ritenuto possibile soprassedere alla bonifica immediata dell’amianto, procedendo a rilento.

“Sarà il giudice a decidere. Una cosa è certa, ricordo che Matteo Renzi, allora premier, appena insediato aveva promesso la messa in sicurezza integrale di tutte le scuole in Italia. Era la sua prima preoccupazione. Le scuole, ad oggi, non solo cadono a pezzi ma in molti casi sono ancora piene di amianto e poi si viene a sapere che ciò è avvenuto anche nelle scuole di Firenze dove egli ha governato per più di un decennio”, dichiara l’Avv. Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here