Time out

COVID19 COVID19

Editoriale a cura del Dott. Ruggero Alcanterini editorialista per “Il Giornale Sull’Amianto” e direttore di “L’Eco Del Litorale”.

Beh, adesso che il gioco è formalmente fermo, forse è giunto il momento di riflettere, di aggiornare obiettivi e tattiche per raggiungerli. Diciamo che questa potrebbe essere una occasione purtroppo unica e speriamo irripetibile per ragionare, visto che il ritmo della vita è normalmente ben diverso, frenetico, pressoché privo di pause.

Adesso che un fenomeno alieno ci impone un break di durata indefinibile, cerchiamo almeno di trarne un vantaggio tangibile. Per esempio, prendersi il lusso di un riposo fuori programma, di cominciare a rovistare nella memoria e poi tra le pieghe di un vissuto, il nostro, che meriterebbe approfondimenti quasi banali, ma che non abbiamo mai il tempo e forse il coraggio di fare. Considerazioni sul perché e sul come di quel che abbiamo compiuto, di quanta strada abbiamo fatto e quanta ancora vorremmo percorrerne, sempre che si abbia una vera meta prefissa da raggiungere. Qualcuno potrebbe obiettare che è magnifico vivere alla giornata, senza pensieri, da cicale piuttosto che da formiche o da api operaie… Sì, ma quando infuria la bufera del destino?

Quando chiude anche quell’ultimo caffè? Ecco, ammettiamolo, un po’ d’incertezza ci coglie e ci rende poveri e signori, tristi e felici, scettici e speranzosi, filosofeggianti perditempo in attesa dall’imponderabile, rimando e ritornellando nel cervello.

da Eugenio Montale

Spesso il male di vivere ho incontrato / era il rivo strozzato che gorgoglia / era l’incartocciarsi della foglia / riarsa, era il cavallo stramazzato. / Bene non seppi, fuori del prodigio / che schiude la divina Indifferenza: / era la statua nella sonnolenza / del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato.

a Cesare Andrea Bixio

Vivere senza malinconia / Vivere senza più gelosia / Senza rimpianti / Senza mai più conoscere cos’è l’amore / Cogliere il più bel fiore / Goder la vita e far tacere il cuore / Ridere sempre così giocondo / Ridere delle follie del mondo / Vivere finché c’è gioventù / Perché la vita è bella /La voglio vivere sempre più …


a Vasco Rossi

È passato tanto tempo / Vivere / È un ricordo senza tempo / Vivere / È un po’ come perder tempo / Vivere e sorridere / Vivere / È passato tanto tempo / Vivere / È un ricordo senza tempo / Vivere / È un po’ come perder tempo / Vivere e sorridere dei guai / Così come non hai fatto mai / E poi pensare che domani sarà sempre meglio / Oggi non ho tempo / Oggi voglio stare spento.

I servizi di assistenza ONA

L’Osservatorio Nazionale Amianto – ONA Onlus e l’Avv. Ezio Bonanni tutelano i diritti dei cittadini esposti ad amianto e altre sostanze cancerogene. L’associazione con il pool di tecnici, assiste i cittadini per la bonifica e messa in sicurezza dei siti contaminati (prevenzione primaria).L’ONA guida la ricerca scientifica in materia di mesotelioma ed altre patologie asbesto-correlate.  In caso di esposizioni ad asbesto e altre sostanze cancerogene ed eventuale patologia professionale, si può chiedere il servizio di assistenza medica gratuita (prevenzione secondaria).  L’ONA guida anche il pool di legali, per la tutela di tutti i diritti delle vittime di malattia professionale, tra cui quelle asbesto correlate, per il prepensionamento e l’adeguamento dei ratei pensionistici, con i c.d. benefici contributivi per esposizione ad amianto. Anche i lavoratori che sono ancora privi di malattia, hanno diritto ai benefici contributivi per esposizione ad amianto.

banner assistenza ona

RICHIEDI ASSISTENZA GRATUITA