23.9 C
Rome
domenica, Giugno 16, 2024

Villa Literno, scoperta discarica abusiva: anche amianto

Letto: 336 volte

Ultimi articoli

Discarica abusiva con amianto a Villa Literno, in provincia di Caserta. Il Gruppo operativo ambientale della Città metropolitana di Napoli, insieme al responsabile del servizio Ecologia ed Ambiente del Comune, ha scoperto i rifiuti pericolosi abbandonati in via Prolungamento di via Castello.

Discarica Villa Literno, terreno delle Ferrovie dello Stato

Il terreno, come scrive casertanews.it, è di proprietà di Ferrovie dello Stato. Il Comune ha ordinato la rimozione deli rifiuti.

Non è un caso isolato che rifiuti di vario tipo e in particolare quelli contenenti amianto vengano abbandonati sul territorio. Rimuovere e smaltire l’asbesto ha, infatti, un costo dovuto alla necessità – per rispettare stretti criteri di sicurezza – di rivolgersi a ditte specializzate.

I danni alla salute causati dall’amianto

L’amianto, infatti, come spiegato dal presidente dell’Osservatorio nazionale amianto ne “Il libro bianco delle morti da amianto in Italia – ed. 2022”, è altamente pericoloso. Fino al 1992 è stato utilizzato in diversi settori per le sue proprietà, nonostante fosse chiaro che è cancerogeno e che anche pochissime fibre possono causare danni irreversibili alla salute.

Causa, infatti, il mesotelioma, il tumore del polmone e tante altre neoplasie. L’INAIL riconoscendo il mesotelioma come malattia sentinella dell’amianto ha registrato tutti i casi nel VII rapporto ReNaM. I numeri però non sono completi e l’Ona stima che soltanto nel 2022 ci siano stati 7mila vittime dell’amianto. Considerando anche tutte le altre patologie asbesto correlate.

Per questo sono fondamentali le bonifiche e abbandonare questo tipo di rifiuto è davvero eticamente sbagliato, oltre che illegale. L’Ona per contribuire alla mappatura dei siti contaminati ha realizzato anche una App. Attraverso questa i cittadini possono segnalare i luoghi in cui è presente il minerale killer.

Villa Literno, scatta l’ordinanza del sindaco

Nella discarica di Villa Literno il Gruppo ambientale ha trovato anche carcasse d’auto e spazzatura di vario genere. Oltre alle lastre in eternit, anche guaine bituminose, tappetini in gomma di veicoli, plastiche e indumenti.

Il primo cittadino, Valerio Di Fraia ha imposto a Ferrovie dello Stato, con un’ordinanza, di comunicare al Comune di Villa Literno gli interventi di messa in sicurezza adottati. Dovrà inviare entro 45 giorni dalla notifica dell’atto al Municipio, alla Provincia di Caserta Settore Ecologia e Tutela Ambiente e alla Regione Campania Settore Provinciale Ecologia e Tutela Ambiente, il progetto degli interventi. È necessario, infatti, ristabilire lo stato dei luoghi.

- Advertisement -spot_img

Numero verde ONA

spot_img

Chiedi assistenza gratuita