-2.1 C
Rome
venerdì, Gennaio 21, 2022

Thermos mortali: dalle indagini alle rilevazioni di asbesto

Ultimi articoli

I thermos mortali, una semplice parola che riassume ciò che può incombere con l’utilizzo di essi.

Molti thermos di origine cinese, destinati a contenere liquidi e altri alimenti, sono risultati alquanto pericolosi. 

Vengono regolarmente venduti nei negozi, sono di facile riconoscimento, dalla trasparenza si può notare una pasticca di amianto.

La pastiglia è fondamentale, assorbe il calore ed evita il surriscaldamento che farebbe rompere il vetro. In realtà non è sempre così, infatti, in Europa, questi prodotti hanno solo un rivestimento in acciaio.

Nel nostro paese è vietato sia il commercio che l’importazione di prodotti contenenti asbesto. Tanto è vero che, il Ministero della salute, ha precisato il pericolo per i consumatori solo in caso di rottura.

In caso di rottura accidentale è consigliabile non toccare la pastiglia. In realtà è doveroso chiudere tutto in un sacchetto e contattare gli specialisti per lo smaltimento.

Thermos mortali, un pericolo chimico per l’uomo

L’Agenzia Regionale Prevenzione e Protezione Ambientale ARPA ha evidenziato la presenza di amianto nei thermos.

Si tratta di corpi cilindrici, grigiastri, posizionati nel doppio involucro in vetro dei thermos, come distanziatori.

Attraverso il MOLP, identificazione qualitativa fibre, si è venuti a conoscenza del pericolo per i consumatori. Una minaccia chimica, perché solo in caso di rottura è possibile la dispersione delle fibre di amianto.

La liberazione di questo minerale killer è considerato cancerogeno per inalazione, come da classificazione di IARC 1.

Se respirate, le fibre di amianto, entrano nell’organismo in modo diverso in base alla sua formazione. Le fibre raggiungono gli alveoli polmonari dove avviene il trasferimento dell’ossigeno al sangue e l’eliminazione della anidride carbonica.

Il loro accumulo causa un’infiammazione permanente, seguito da un ispessimento della parete ed una specifica fibrosi polmonare chiamata asbestosi.

Thermos mortali: servizio di allerta alimentare

Le indagini ambientali vanno avanti da diversi anni, nel 2014 c’è stato un alto numero di ritiri, così come nel 2018.

Attraverso le operazioni investigative, è stato effettuato il ritiro ed il richiamo dei prodotti presenti sul mercato.

Nel nostro paese, ogni anno, vengono ritirati almeno 1000 prodotti alimentari cancerogeni. Molte volte si tratta di cibo che potrebbe nuocere alla salute dei consumatori.

Le segnalazioni di allarme sono estese tra i vari Stati e osservati dal sistema europeo Rapex (sicurezza dei prodotti).

Il Ministero dello Sviluppo economico lavora quotidianamente per la ricerca e la bonifica di questi materiali nocivi. Si studiano i componenti dei prodotti commercializzati con l’estero, usufruendo delle strumentazioni dei NAS o ASL.

Amianto nei thermos: le precauzioni da osservare

Il ministero ha fornito diverse precauzioni, importanti, a coloro che abbiamo acquistato thermos contenente la pasticca di amianto:

Maneggiare il prodotto evitando rotture;

Riconsegnare il prodotto presso il punto vendita dell’acquisto;

In caso di rottura porlo in un sacchetto chiuso, evitare di manipolare la pastiglia;

Avvisare l’azienda specializzata di zona per lo smaltimento;

Il volume delle importazioni, davvero significativo, connesso al tipo di rischio cui è esposto il consumatore, ha determinato, da parte del Ministero, l’attivazione di due notifiche nel sistema Rapex.

Lo scopo è stato quello di portare all’attenzione di tutti i Paesi dell’Unione europea il problema, in maniera tale da allertare non soltanto il consumatore italiano ma tutti i cittadini comunitari.

Attraverso i contatti che così si avvieranno con gli altri Stati sarà possibile capire l’entità reale del fenomeno e definire, di conseguenza interventi mirati ed efficaci.

Una delle comunicazioni del Ministero dello Sviluppo economico ai consumatori.

Le precauzioni devono essere attivate, non solo per gli alimenti contaminati dai batteri, ma anche da questi contenitori ad uso alimentare.

Thermos mortali: la conoscenza per una corretta gestione

Non è una allerta nuova, già negli anni ha seminato panico ovunque, ma è doveroso sottolineare che non tutto è contaminato.

La maggior parte dei prodotti ritirati provenivano dai paesi asiatici, ma ciò non vuole indicare che ogni prodotto asiatico sia pericoloso.

Tanto è vero che molti prodotti europei non rispettano gli standard imposti dalla legge.

È doveroso conoscere quali sono i prodotti richiamati dal Ministero della Salute.

Amianto: conoscere e prevenire danni collaterali

Il rischio per la salute con questi prodotti può avvenire solo in caso di danneggiamento, che provocherebbe la fuoriuscita della fibra killer.

L’amianto è un materiale cancerogeno per inalazione. Se inalato in grandi quantità, infatti, potrebbe creare delle infiammazioni agli alveoli polmonari, causando così danni irreparabili.

L’Osservatorio Nazionale Amianto ONA, con il suo notiziario, ha istituito il servizio di assistenza legale online, garantendo un’ampia ed efficiente tutela delle vittime.

È possibile evitare i danni alla salute e progredire l’epidemia evitando la produzione e utilizzo di amianto, nonché bonificare quello presente.

- Advertisement -spot_img

Numero verde ONA

spot_img

Chiedi assistenza gratuita