Separati dal virus, soli nel buio

Coronavirus: separati dal virus, soli nel buio Coronavirus: separati dal virus, soli nel buio

Editoriale a cura del Dott. Ruggero Alcanterini editorialista per “Il Giornale Sull’Amianto” e direttore di “L’Eco Del Litorale”

Provate a concentrarvi sul problema, sulla situazione che stiamo vivendo, sul fatto che siamo isolati e vincolati ad uno spazio ristretto, in cura nostro malgrado e senza diagnosi, fermi in attesa di quel che verrà, quando verrà. Non c’è via di scampo, senza la certezza di non essere virtuali portatori sani, salvo analisi e contronalisi, di essere prima o poi tamponati. Ecco, se volete avere la dimensione del costo, non soltanto sociale, della crisi da COVID 19, provate a calcolare l’enormità del danno multimiliardario, provocato dalla incapacità di testare rapidamente la salute della totalità dei cittadini e a munirli di certificazione, lasciando a casa quelli in attesa di verifica e nei nosocomi gli ammalati. Diciamo che la progressione della rinascenza basata sulle certezze di non contagio, ottimizzate da profilassi ferree e protezioni adeguate, sino a cessato allarme, servirà a favorire la ripresa delle attività.

Per le attività sociali come lo sport e la cultura, visto che l’intervento economico riguarderà prevalentemente chi è abituato a prendere, più che a dare, non sarebbe male che ci si ricordasse dell’associazionismo di prossimità, del tessuto di cui si veste la nostra collettività, ponendo tra le priorità provvedimenti che agevolino il volontariato ed il piccolo mecenatismo, coloro cui non arriva mai un grazie istituzionale. Penso a principi e norme semplici, che alleggeriscano e diano luce alla missione salvifica di chi dà, senza mai chiedere, sino a rivalutare il ruolo di organizzazioni che promuovono valori certi, come le stesse Associazioni Benemerite riconosciute dal CONI, non comprese nella sventagliata di provvidenze per operatori e collaboratori di Federazioni e Enti di Promozione Sportiva. Infine, occorre fare in fretta, almeno nel predisporre progetti e piani, ipotizzare il cambiamento in ragione del tempo diverso che verrà. Altrimenti, rimarremo di soli nel buio, anche quando il sole tornerà a splendere.

Soli (CANFORA, BRUNO, CASTELLANO, FRANCO, MOCCIA)

Mentre la gente se ne va
Restiamo soli
Soli nel buio
Che verrà
Verrà per noi.
Il giorno
è stato lungo
Questo giorno
A non vederti,
A non sentirti
Accanto a me,
Me.
Restiamo soli
Mentre la gente se ne va,
Soli nel buio
Che verrà;
Tu sei
Con me,
Finalmente tu sei con me.
Per tutto il giorno sai
Non ho vissuto mai
Cosa
Sarà
Di noi due
Se finirà per noi due
Io e te.

I servizi di assistenza ONA

L’Osservatorio Nazionale Amianto – ONA Onlus e l’Avv. Ezio Bonanni tutelano i diritti di tutti i cittadini che, sul posto di lavoro, sono stati a contatto con l’amianto. L’associazione guida la ricerca scientifica in materia di mesotelioma ed altre patologie asbesto-correlate e, con un pool di tecnici, assiste i lavoratori esposti per il risanamento e la messa in sicurezza dei siti contaminati (prevenzione primaria). In caso di esposizioni,  è possibile chiedere il servizio di assistenza medica gratuita (prevenzione secondaria). La prevenzione primaria, la diagnosi precoce, e le terapie più tempestive, assicurano maggiori chance di guarigione, a migliori condizioni di salute. L’ONA offre anche un servizio di assistenza legale per la tutela di tutti i lavoratori affetti da patologie asbesto correlate, per il prepensionamento e l’adeguamento dei ratei pensionistici, con i c.d. benefici contributivi per esposizione ad amianto. Anche i lavoratori che sono ancora privi di malattia, hanno diritto ai benefici contributivi per esposizione ad amianto.

banner assistenza ona

RICHIEDI ASSISTENZA GRATUITA