21.9 C
Rome
venerdì, Giugno 14, 2024

Sassuolo, amianto eliminato. Riapre, in sicurezza, il Circolo agli associati

Letto: 235 volte

Ultimi articoli

Finalmente una buona notizia che arriva da Sassuolo. Dopo una lunga attesa, le lastre in amianto che ricoprivano il tetto del Circolo Cinofilo Sassonese sono state rimosse, smaltite e sostituite con una nuova copertura. La copertura ora è formata da pannelli di lamiera coibentata. Finalmente, il Circolo è stato riaperto agli associati che possono tornare a frequentare il circolo in sicurezza.


Sassuolo: un intervento di 15 mila euro stanziati dalla giunta comunale

L’intervento che ha coinvolto il comune di Sassuolo ha portato alla messa in sicurezza di un luogo frequentato dalla comunità. Un intervento del costo di 15 mila euro sono stati stanziati dalla giunta comunale che ha portato alla completa sostituzione delle lastre in cemento amianto. La superficie da mettere in sicurezza era di 140 metri quadrati. Le lastre che ricoprivano il tetto erano malridotte, a causa del deterioramento dovuto all’età e dagli eventi atmosferici. Proprio per questo, rappresentavano un serio rischio per la salute.

Le parole del sindaco di Sassuolo

“Un’operazione che non solo va a vantaggio degli associati, che ormai da anni attendevano l’intervento più che mai urgente, ma anche e soprattutto dell’ambiente – afferma il sindaco di Sassuolo, Gian Francesco Menani, alla testata sassuoloooggi.it –. Abbiamo eliminato, in tutta sicurezza concordando naturalmente lo smaltimento con le autorità competenti, un’altra copertura in cemento amianto, più che mai di moda negli anni ’70 e ’80 ma, al tempo stesso, inquinante e a rischio cancerogeno”.

Perchè è importante bonificare

La bonifica per rimuovere l’amianto è fondamentale per risolvere in modo definitivo, l’eliminazione dei materiali in amianto. Bonificare un sito contaminato vuol dire rimuovere e smaltire tutto questo materiale, da tetti ma anche superfici che lo contengono. Il rischio è quello del deterioramento delle parti, così come accaduto a Sassuolo, che comporta il disperdersi nell’aria delle fibre killer, invisibili e prive di odore. Una volta inalate possono provocare gravi processi infiammatori ed evolversi in patologie asbesto correlate.

Rischio esposizione amianto come contattare l’ONA

L’Osservatorio Nazionale Amianto da sempre si schiera dalla parte delle vittime di amianto, mettendosi a disposizione per offrire loro una consulenza gratuita. Per contattare l’Associazione ed avere informazioni sulla rimozione, sui propri diritti e doveri, è possibile chiamare il numero verde 800 034 294. L’ONA, inoltre, assiste anche i lavoratori e i cittadini che a causa dell’esposizione all’amianto hanno contratto qualche patologia, come mesotelioma e altre malattie causate dall’esposizione anche ad altri cancerogeni.

- Advertisement -spot_img

Numero verde ONA

spot_img

Chiedi assistenza gratuita