Eternit Bis: La Procura ricorre in Cassazione. L’Ona: “Necessario che la Cassazione fissi al più presto la discussione”

eternit-bis

“Esprimiamo soddisfazione per l’iniziativa assunta dalla Procura della Repubblica e dalla Procura Generale della Procura di Torino che ha impugnato la decisione con cui il GUP Federica Bompieri, lo scorso 29 novembre, aveva derubricato l’accusa da omicidio volontario a omicidio colposo, e aveva frazionato il processo Eternit Bis in quattro tronconi ordinando il trasferimento degli atti a Napoli, Reggio Emilia e Vercelli per ragioni di competenza territoriale e con l’udienza fissata presso il Tribunale di Torino per soli due casi con l’ipotesi di omicidio colposo (udienza 14.06.2017)”, ha dichiarato l’avvocato Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto.
Sia la Procura della Repubblica che la Procura Generale di Torino recepiscono ed accolgono le sollecitazioni dell’Osservatorio Nazionale Amianto. L’associazione è costituita parte civile e sarà presente sia in Cassazione, che presso il Tribunale di Torino.
Infatti, l’imputato potrebbe chiedere, già il prossimo 14.06.2017, la sospensione del giudizio, con il rischio di un’altra prescrizione, così come è avvenuto nel primo processo.
Ciò non si potrà verificare, in quanto le vittime continueranno la loro mobilitazione per avere giustizia.
Quindi, verrà formulata un’istanza alla Corte di Cassazione in modo che il ricorso possa essere discusso sollecitamente, prima della prossima udienza fissata per il 14.06.2017.
In ogni caso, all’udienza del 14.06.2017, verrà richiesto che il PM riformuli l’accusa di omicidio volontario, evitando così il rischio della sospensione del processo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.