Polizia Locale: tutela e assistenza per il Comparto Sicurezza

La Polizia Locale indica un corpo o servizio di polizia. Perciò assolve i compiti di polizia amministrativa, di pubblica sicurezza, di polizia giudiziaria, ma anche del mantenimento dell’ordine pubblico.

L’ONA-Osservatorio Nazionale Amianto e il suo presidente, l’Avvocato Bonanni, si occupano della tutela delle vittime appartenenti a questa categoria e offrono un servizio di consulenza gratuita legale e medica.

Consulenza ONA Polizia Locale
Indice dei contenuti
Quali sono i rischi che incorrono sul lavoro?
Riconoscimento dell’indennità per le vittime

Tempo di lettura: 2 minuti

I compiti svolti dalla Polizia Locale

I compiti sono globali e di varia natura. Infatti possono essere, ad esempio di:

  • funzione ausiliaria di pubblica sicurezza;
  • urbana e rurale;
  • giudiziaria;
  • sicurezza;
  • stradale;
  • civile;
  • amministrativa;
  • tributaria;
  • ambientale;
  • edilizia e demaniale;
  • commerciale e annonaria;
  • venatoria e ittica;
  • sanitaria e veterinaria;
  • marittima e idraulica;
  • forestale e agroalimentare.

Polizia Locale: rischi correnti e alte responsabilità

L’esposizione ai rischi per la salute dei dipendenti di polizia locare è alta, le più diffuse sono le discopatie e lo stress. Infatti sono sottoposti a un’alta responsabilità, i ritmi di lavoro sono intensi (turnazione h24), i controlli nelle abitazioni o nelle zone abbandonate sono pericolose.

La Polizia Locale è chiamata a controllare il rispetto delle norme urbanistiche e di viabilità, di quelle che regolamentano le attività, come quella commerciale. Da alcune statistiche è emerso che il 75,8% dei lavoratori ha avuto un impatto negativo sulla salute e le cause comprendono anche l’inquinamento.

Inoltre la Polizia Locale ha un reparto specialistico per l’ambiente e i controlli sono all’ordine del giorno. Il reparto di Polizia Ambientale Tecniche operative è attivo su tutto il territorio per casi di rinvenimenti di depositi di amianto.

Vittime del dovere nella Polizia Locale

Il personale della Polizia Locale corre il rischio di essere esposto a diversi agenti cancerogeni. Infatti, nello svolgimento delle sue mansioni, può incorrere in pericoli per la salute dovuti all’esposizioni di gas, radiazioni o amianto.

Come dimostrato dalla monografia IARC, inalare o ingerire le fibre di asbesto provoca gravi fenomeni infiammatori, che possono sfociare in patologie asbesto correlate.

Perciò l’Osservatorio Nazionale Amianto e il presidente l’Avv. Ezio Bonanni, lavorano duramente affinché si effettui sempre la bonifica dei siti contaminati. In Italia ci sono ancora troppi siti contaminati, come denuncia il presidente dell’ONA, nella sua pubblicazioneIl Libro Bianco delle Morti Bianche in Italia – 2022”.

L’ONA ha quindi predisposto un dipartimento specializzato per la tutela di tutti i dipendenti di Polizia Locale alle sostanze cancerogene. Segue l’iter previdenziale: primario (bonifica), secondario (sorveglianza sanitaria) e terziario (indennità e benefici contributivi).

Unitamente al riconoscimento dell’indennità INAIL, la vittima ha diritto al riconoscimento della causa di servizio e dello status di vittima del dovere.

Si può ottenere anche l’integrale risarcimento danni. Questo comprende sia i danni non patrimoniali (danno biologico, morale ed esistenziale) sia i danni patrimoniali (danno emergente e lucro cessante).

Invece, se la vittima è deceduta, le somme vengono erogate agli eredi, oltre a questo hanno diritto anche al risarcimento per i danni proprio subiti.

Consulenza gratuita ONA per le vittime

L’ONA offre il servizio di consulenza medico – legale gratuita. Si può richiedere la propria assistenza chiamando il numero verde o compilando il form.

Numero ONA Polizia Locale
Whatsapp ONA Polizia Locale