16.6 C
Rome
domenica, Maggio 16, 2021

Osservatorio Nazionale Amianto: Toscana

Ultimi articoli

Osservatorio Nazionale Amianto Regione Toscana: l’ONA assiste tutti i lavoratori e cittadini Regione Toscana esposti amianto, con il servizio di assistenza tecnica, medica e di tutela legale.

Assistenza per le vittime amianto della regione Toscana

L’Osservatorio Nazionale Amianto è presente in regione Toscana con numerose sedi territoriali. Sostanzialmente, si occupa di assistere gratuitamente tutti i cittadini esposti e vittime dell’amianto e di altri cancerogeni.

Quindi, l’ONA assiste gratuitamente tutti i cittadini e lavoratori esposti ad asbesto e altri cancerogeni della regione Toscana.

Contattaci e chiedi consulenza  e assistenza gratuita

Osservatorio Nazionale Amianto Toscana

Tutela medica e legale vittime amianto regione Toscana 

L’Osservatorio Nazionale Amianto svolge il servizio di assistenza nel capoluogo (Firenze) e nelle province. Infatti, i suoi coordinatori e volontari, offrono assistenza online: tutela legale online, e assistenza medica. 

Dunque, il servizio di assistenza legale coordinato dall’avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’ONA e pioniere nella tutela delle vittime dell’amianto in Italia.

Assistenza medica gratuita Toscana 

Il servizio medico è svolto da medici volontari ONA, in collaborazione con le strutture ospedaliere della regione. Inoltre, con questo servizio è possibile ottenere anche una seconda opinione, e l’intervento dei nostri medici nel territorio.

Quindi, l’Osservatorio Nazionale Amianto, ONA  ApS rappresenta, tutela ed assiste i cittadini esposti e vittime dell’amianto e degli altri agenti cancerogeni e tossico nocivi. Infatti, l’associazione “promuove e tutela la salute, la solidarietà sociale. Conseguentemente, l’assistenza morale e materiale delle vittime dell’amianto e degli altri patogeni e dei loro familiari. Poi, i lavoratori esposti ad amianto e ad altri rischi professionali”. Dunque, è accreditata presso il Ministero della Salute nell’elenco in rete del volontariato della salute. Quindi, il nostro fine è quello di tutelare la salute attraverso la prevenzione. 

L’avv. Ezio Bonanni è il presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto. D’altra parte, è il pioniere della difesa delle vittime dell’amianto in Italia. Dunque, l’associazione ha la direzione generale e la sede nazionale in Roma, Via Crescenzio n. 2, Sc. B, int. 3. In più, l’Osservatorio Nazionale Amianto ha sede anche in Latina, Via Cairoli, 10. Tutti i cittadini possono rivolgersi all’Osservatorio Nazionale Amianto per l’assistenza tecnica, medica e legale, per prevenire i danni e per ottenere la tutela dei loro diritti.

Ad ogni modo, l’avv. Ezio Bonanni ha elaborato tutti i modelli necessari a formulare ogni richiesta ai competenti organi ed enti previdenziali. Nel capoluogo (Firenze), così come in tutte le province della Toscana i cittadini sono assistiti dai medici volontari ONA. Questo, per la prevenzione, terapia e cura delle patologie asbesto correlate, e al tempo stesso, per il riconoscimento dei loro diritti (rendite INAIL, benefici contributivi prepensionamento amianto, risarcimento danni, riconoscimento vittima del dovere).

Siamo presenti anche nei capoluoghi:

  • AREZZO
  • FIRENZE
  • GROSSETO
  • LUCCA
  • MASSA-CARRARA
  • PISA
  • PISTOIA
  • PRATO
  • SIENA

Le assistenze fornite dal nostro studio legale riguardano:

  • asbestosi e tutela legale
  • tumore polmonare e assistenza legale
  • Assistenza psicologica on-line

L’Osservatorio Nazionale Amianto e l’avv. Ezio Bonanni ti tutelano e assistono gratuitamente. Per accedere ai servizi gratuiti dell’associazione, basta consultare la pagina dei servizi di tutela legale  e assistenza medica, oppure chiamare il numero gratuito 800 034 294.

Benefici contributivi lavoratori regione Toscana

In Toscana ci sono molti siti lavoratori con esposizione professionale a polveri e fibre di amianto e conseguente diritto dei lavoratori esposti al prepensionamento e alla rivalutazione pensionistica e, in caso di patologia asbesto correlata, a ottenere l’accredito delle rendite e del Fondo Vittime Amianto e dei benefici amianto.

L’ONA e l’avv. Ezio Bonanni hanno assistito e assistono centinaia di lavoratori esposti e vittime dell’amianto in Toscana. I siti contaminati amianto per i quali tra l’altro è stato emesso l’atto di indirizzo ministeriale sono i seguenti:

  • Fervet (Viareggio – LU)
  • Imprese Appalto NCA (Carrara M.na)
  • CANTIERI APUANIA (Carrara M.na)
  • Cn F.lli Neri (Livorno)
  • Imprese Appalto F.lli Neri (Livorno)
  • LIPS Italiana (Livorno)
  • Appalto Acc. Piomb. (Piombino)
  • ACCIERIE PIOMB. Tecnici (Piombino)
  • BREDA PISTOIESI (Pistoia)
  • Imprese Appalto C.le Enel (S.Barbara Cavriglia)
  • Imprese Appalto Campog. Enel (Larderello)
  • Imprese Appalto Acciaierie (Piombino)
  • COLGED (Lucca)

I lavoratori dei siti oggetto di atto di indirizzo hanno diritto al prepensionamento e/o al pensionamento amianto e alla rivalutazione delle contribuzioni con aumento della pensione fino al 02.10.2003.

L’Osservatorio Nazionale Amianto e l’avv. Ezio Bonanni assicurano l’assistenza legale per permettere ai lavoratori esposti amianto nei siti oggetto di atto di indirizzo, attraverso lo Sportello Nazionale Amianto online, oltre che con le concrete attività nelle sedi territoriali.

Sportello Amianto ONA Castelnuovo Val di Cecina

Con deliberazione di Giunta Comunale n. 26 del 14.03.2019, il Comune di Castelnuovo Val di Cecina mette a disposizione gratuitamente uno sportello ove i cittadini potranno rivolgersi per l’assistenza a tutti coloro che sono stati esposti ad amianto o ne sono rimasti vittime, nonché ai loro famigliari per il riconoscimento dei loro diritti.

Quindi, l’Osservatorio Nazionale Amianto in collaborazione con il Comune ha stipulato il Protocollo d’intesa che garantisce assistenza attraverso la costituzione dello sportello Amianto ONA.

Dunque, ogni cittadino, impresa, Istituzione, ivi comprese quelle del Comune potrà rivolgersi presso lo sportello telematico all’indirizzo mail osservatorioamianto@gmail.com. , nonché uno sportello fisico, per ricevere tutte le informazioni necessarie in materia di amianto e di altri cancerogeni; di attività didattiche finalizzate alla informazione ed alla formazione in materia di amianto; di attività di cooperazione con il Comune, la Regione, anche per definire ed applicare pini e protocolli per la bonifica, sorveglianza sanitaria e ogni altra tutela; ed informazioni in ambito amianto ed altri agenti cancerogeni/patogeni.

L’amianto è causa di innumerevoli patologie:

  • Asbestosi polmonare ;
  • Placche pleuriche ;
  • Ispessimento pleurico ;
  • Mesotelioma pleurico ;
  • pericardico ;
  • peritoneale ;
  • della tunica vaginale del testicolo ;
  • Tumore del polmone ;
  • della laringe ;
  • dell’ovaio ;
  • alla faringe ;
  • Cancro dello stomaco ;
  • del colon retto ;

Infatti, in Italia, moltissimi cittadini sono stati esposti in qualche modo al rischio amianto, sia in ambito lavorativo sia a causa di altri tipi di contaminazione, inclusa quella domestica (coperture dei tetti, coibentazioni in amianto) ma anche a causa delle falde inquinate.

A tal fine, lo sportello agisce fornendo assistenza ai cittadini su base volontaria. Le prestazioni sono totalmente gratuite, in quando l’APS agisce senza scopo di lucro, definendosi apartitica ed apolitica.

Quindi, lo sportello amianto gestisce il 90% della sua attività di volontariato ONLINE.

Per una consulenza legale gratuita, è sufficiente consultare la pagina dello Sportello Online ONA per segnalare la presenza di amianto contattare la sezione Guardia Nazionale ONA che poi seguire nella mappa con il sito, esteso all’intero territorio nazionale. I casi di sospetta malattia sono correlati tramite la piattaforma online ONA REPAC.

Il cittadino potrà chiedere l’assistenza per problemi:

  • sanitari, rivolgendosi ai dipartimenti di ONA sportello amianto on line, ovvero ai singoli medici volontari ONA APS inoltrando loro una email diretta, attraverso l’Osservatorio Nazionale Amianto, che coopereranno con le deputate a rendere l’assistenza. Nel caso di necessità di assistenza campo previdenziale sarà sufficiente inoltrare richiesta all’indirizzo e-mail: osservatorioamianto@gmail.com. In caso di necessità, l’associazione applicherà precisi protocolli.
  • Problematiche risarcitorie e previdenziali.
  • Redazione di un albo di gestione ambientale, così come il miglior servizio per il cittadino, salva la possibilità che il Comune decida di istituire un albo comunale.
  • Valutazione della situazione amianto: eventuale presenza, indice di degrado dell’amianto, monitoraggio e campionatura. Il problema della gestione dei rischi è stato invece risolto e gestito dal governo, in ogni caso, come previsto dai protocolli regionali citati in premessa.

Osservatorio Nazionale Amianto Toscana: la nostra storia

16.11.2018 – Presentazione dello studio “Agenti cancerogeni e mutageni sul posto di lavoro”.

Osservatorio Nazionale Amianto Toscana, Consiglio
Osservatorio Nazionale Amianto Toscana

Sala Gonfalone del Consiglio Regionale della Toscana, Firenze.

Hanno partecipato all’incontro:

  • le Laura Agea – Portavoce Capogruppo EFDD M5S Parlamento Europeo
  • le Fabio Massimo Castaldo – Vicepresidente Parlamento Europeo
  • le Dario Tamburrano – Portavoce M5S Parlamento Europeo
  • Massimiliano Paolicchi – Esperto in Materia di Malattie Professionali
  • Alessandro Badiale – Consulenze Legale
  • Ezio Bonanni – Presidente Osservatorio Nazionale Amianto
  • Giacomo Giannarelli – Presidente del Gruppo Consiliare M5S Toscana

CLICCA QUI’ PER CONSULTARE LA VERSIONE INTEGRALE DEL VIDEO

Livorno: Amianto: emergenza sanitaria e tutela legale

Osservatorio Nazionale Amianto Toscana, Bonanni
Osservatorio Nazionale Amianto Toscana

Convegno organizzato dall’ONA APS il 26 marzo 2015 a partire dalle ore 16:30, presso l’aula consiliare del Comune di Livorno. Sono intervenuti oltre all’avv. Ezio Bonanni, presidente nazionale ONA Aps. Poi, il Prof. Pietro Sartorelli, Ordinario Medicina del Lavoro Università di Siena. Poi, il Dott. Paolo Pitotto, Medicina del Lavoro, CTU Procura della Repubblica di Milano. Successivamente, la Dott.ssa Ginevra Lombardi, Ricercatrice dell’Università di Firenze. Dopo, la Prof.ssa Maria Antonietta Mazzei, Docente Università di Siena. In più, il Dott. Paolo Rivella, CTU Procura della Repubblica di Torino processo Eternit; la Dott.ssa Isabella Sardella, Avvocato del Foro di Pisa.

In seguito, l’Avv. Natalia Giuliani, Avvocato del Foro di Pisa; la Senatrice Sara Paglini, membro della Commissione Lavoro del Senato della Repubblica; l’On. Alberto Zolezzi, membro della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati; il Dott. Filippo Nogarin, sindaco di Livorno; il Dott. Giacomo Giannarelli, candidato alla presidenza della regione Toscana M5S; Saverio Rossi, Avvocato del Foro di Firenze; Massimiliano Posarelli, ONA Rosignano Solvay; Maurizio Cozzani, ONA La Spezia; Franco Berti, ONA Val di Cecina; Giuseppe D’Avino, Università degli Studi di Siena; Ina Dhimgjini, Assessore alla Sanità e al Sociale del Comune di Livorno. Infine, Michele Rucco, Segretario Generale ONA.

Clicca QUI’ per consultare il video integrale della conferenza.

Cecina:  16 Aprile 2016. Amianto e patologie correlate

Osservatorio Nazionale Amianto Toscana, conferenza
Osservatorio Nazionale Amianto Toscana

Approfondimento specifico sulle patologie asbesto correlate. Prevenzione primaria e secondaria. Tutele previdenziali e risarcitorie. Al convegno di Cecina sono intervenuti la Dott.ssa Elvia Vispi, Presidente FIDAPA di Cecina; il Dott. Michele Rucco, Segretario Generale ONA. Poi, il Sindaco di Cecina; il Sindaco di Rosignano. Successivamente, il Prof. Isidoro Lesci; il Dott. Claudio Marabotti, cardiologo; la Dott.ssa Mirella Fedeli, psicologa. Infine, il Dott. Antonio Staccioli e il Dott. Mauro Lunardi, consulenti ambientali; oltre all’avv. Ezio Bonanni.

Clicca QUI’ per consultare il video integrale della conferenza.

Firenze:  L’impatto nelle scuole. Quali soluzioni?

Osservatorio Nazionale Amianto Toscana
Osservatorio Nazionale Amianto Toscana

Conferenza Stampa ONA, Firenze, 10 aprile 2015, Palazzo Vecchio. Nel corso della Conferenza ONA, che si è tenuta in Firenze presso Palazzo Vecchio il giorno 10 aprile 2015, è stato evidenziato il problema dell’amianto nelle scuole, tra cui una di Firenze.

L’avvocato Ezio Bonanni, Presidente Nazionale ONA, ha citato l’esempio dell’Istituto Tecnico Leonardo Da Vinci di Firenze dove è vietato appendere chiodi, vietato graffiare le pareti, vietato chiudere violentemente porte e finestre, vietato persino correre nei corridoi e spostare banchi, sedie e cattedre perché dai muri potrebbero fuoriuscire fibre di amianto. Quindi,  per proteggere la salute dei cittadini, Ona chiederà che si istituiscano controlli sanitari su tutti coloro i quali hanno frequentato l’istituto Leonardo Da Vinci e gli altri contaminati.

Dunque, secondo i dati dell’Ona, sul territorio nazionale in più di 2.400 scuole ci sarebbero materiali che contengono amianto e che costituiscono una fonte di rischio per la salute di più di 350.000 alunni e di 50.000 dipendenti del Ministero dell’Istruzione, senza considerare gli altri edifici pubblici e alcune università.

Clicca QUI’ per consultare il video integrale della conferenza.

Firenze: La responsabilità penale per esposizione ad amianto

Osservatorio Nazionale Amianto Toscana, oratori
Osservatorio Nazionale Amianto Toscana

Firenze, 21.11.2015, ore 09:00 presso l’Auditorium della Regione Toscana, Via Cavour 4. Incontro di studio sul tema “La responsabilità penale per esposizione ad amianto, tra dolo, dolo eventuale e colpa e nesso causale e le tutele civilistiche”.

Dopo il saluto delle Autorità e le dichiarazioni alla stampa, è stato rappresentato l’inno di sostegno all’impegno di bonifica delle scuole, cantato dal Sig. Marco Chiavistrelli. Successivamente, hanno fatto seguito gli interventi dei rappresentanti delle vittime e dei loro comitati, ivi compresi i rappresentanti territoriali dell’ONA APS.

Clicca QUI’ per consultare il video integrale della conferenza.

Firenze: Prevenzione primaria, epidemiologia e tutela

Osservatorio Nazionale Amianto Toscana, speacker
Osservatorio Nazionale Amianto Toscana

L’Osservatorio Nazionale Amianto ha presentato in questo convegno gli ultimi dati epidemiologici sull’impatto dell’amianto e degli altri agenti cancerogeni tra cittadini e lavoratori. Inoltre, ha approfondito la quesitone della Regione Toscana e ciò al fine di permettere l’elaborazione di proposte e la predisposizione di strumenti idonei alla prevenzione primaria e alla tutela giuridico-risarcitoria delle vittime e dei loro familiari.

Alla conferenza sono intervenuti, tra gli altri, l’On. Alberto Zolezzi (Commissione ambiente – Camera dei Deputati). Successivamente, la Sen. Sara Paglini (Commissione Lavoro del Senato). Poi, il Dott. Maurizio Ascione (sostituto Procuratore della Repubblica di Milano), il Prof. Andrea Borgia, la Prof.ssa Antonietta Gatti, Dott. Fabio Landi del Comitato SOS Geotermia, ed altri relatori, oltre all’avv. Infine, l’avv. Ezio Bonanni, che ha tenuto una relazione avente ad oggetto la tutela interdittiva delle condotte dannose e pericolose e risarcitoria dei pregiudizi, e di tutela previdenziale ed assistenziale.

Clicca QUI’ per consultare il video integrale della conferenza.

Il rischio amianto nelle Forze Armate

Osservatorio Nazionale Amianto Toscana, tavola
Osservatorio Nazionale Amianto Toscana

Amianto e altri cancerogeni: la strage dei militari. Più morti che in guerra.

Ore 15 – Conferenza stampa

Hanno partecipato: l’Avv. Ezio Bonanni, Presidente Osservatorio Nazionale Amianto “Dati epidemiologici delle patologie asbesto correlate nelle Forze Armate”. Poi, l’On.le Alfonso Bonafede, Vicepresidente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati – “Le iniziative del Movimento 5 Stelle per la tutela dei diritti dei militari”

Successivamente, si è tenuto il Convegno “Il rischio amianto e la presenza di altri cancerogeni nelle Forze Armate. Aspetti tecnici, medico-legali e giuridici”. Inoltre, ha moderato la giornalista Valentina Renzopaoli.

Clicca QUI’ per consultare il video integrale della conferenza.

Regione Toscana: la mappa del rischio

Grazie alle vostre segnalazioni, anche attraverso l’APP ONA, stiamo ricostruendo la mappa del rischio in Toscana. Una Regione nella quale, oltre ai siti industriali e infrastrutturali, l’amianto è presente anche in altri luoghi.

Amianto regione Toscana, città di Firenze

  • Copertura capannone: Bagno a Ripoli, Via del Pratello (FI).
  • Tettoia di una fabbrica : Sesto fiorentino, 50019, Via di querceto 144 , firenze.
  • Fabbrica porcellana con copertura in amianto: Sesto Fiorentino – Firenze
  • Capannnone con copertuta in amianto: San piero a sieve, Via e. mattei 7 ditta alemar (fi).
  • Piccole costruzioni con la presenza di amianto: Valdarno (firenze).
  • Coperture di amianto: Le Sieci, Traversa di via dei mandorli (FI).
  • Industria con tetto in amianto fratturato in varie parti: Firenze 
  • Ci sono lastre di eternit sbriciolate per terra: Calenzano, Piazza Guido Cavalcanti n° 11, Fi. 
  • Tettoia eternit ondulato:Firenze , 50124, 19 Via Zanella.
  • Grande costruzione con tetto in amianto in stato di abbandono con crepe, fratture : Scandicci, Via di casellina nr. 41, FI.
  • Terratetto con vari annessi coperti con eternit: Firenze, 50143, Via di scandicci 148.

  • Tettoia di circa 100 mq in eternit sgretolato: Via benedetto fortini n.126 firenze.

Il rischio amianto in Toscana a Pisa

  • Tre palazzi con copertura in eternit: Pisa, Via di Nudo e Via tealdi.
  • Tetto coperto di amianto: Sant’Andrea in Pescaiola, Via Ilaria Alpi  B. Buozzi, 37C , (PI).
  • Tetto con copertura in amianto: Vicopisano s.giovanni alla vena, Via 25 aprile, Pisa.

La presenza di amianto nella provincia di Lucca

  • Tetti coperti amianto: Via bugneta Pietrasanta (LU).
  • Tetti in eternit: PIETRASANTA, Via Bugneta 6 , (LU) località PONTESTRADA 
  • diverse strutture con copertura in amianto; via Bugneta – Pietrasanta (LU)
  • Pietrasanta, località Valdicastello, Via Valdicastello Carducci, 55045 LU
    Si tratta di un capannone con il tetto in eternit
  • Via Gianni Schicchi 75 Torre del Lago Puccini (LU); Copertura di circa 50 mq
  • Via di vergaia 18, 55012 Matraia (Lu); La copertura della baracca presenta evidenti tracce di eternit rotto. 

La altre segnalazioni in Toscana

  • Ex industrie dolciarie Piselli coperture in amianto: Via della madonna alta (Perugia).
  • Tetto in amianto: Quarrata, 51039, Via castello biagini 41 (PT).
  • Tettoie , capannoni in amianto: Bassa Val di Cornia  (Campiglia, Piombino).
  • Tetto in amianto: Pistoia, 51100, Via Ferrante aporti 165, Toscana
  • Tetto ondulato in eternit: San giovanni valdarno ,Via giuseppe di Vittorio, interno dietro il numero civico 2 (AR).
  • Edifici con tetti in amianto: Lucca in località San Marco, Via delle cornacchie/via San Jacopo della Tomba.
  • Tettuccio coperto di amianto: San Giovanni valdarno,Via Giuseppe di Vittorio, visibile dal retro del numero 2. 
  • Ex fornace coperta di amianto: Poggibonsi, 53036 , località Le Piaggole n° 3.
  • Tetti di capannoni con presenza di amianto: Osmannoro, Via lucchese.
  • Tetto in sospetto amianto: Castiglioncello, Via G.Leopardi 1, (Rosignano marittimo-Livorno).
  • Comev Spa, azienda con ampio tetto in amianto: Montevarchi,52025, Via Chiantigiana 39,  ( AR ).
  • Capannoni a probabile uso agricolo con tetto parzialmente rotto in amianto:Valdarno.
  • Grande struttura, alle spalle di un’abitazione, con copertura in eternit in stato di abbandono con crepe fratture ecc: Gassano ,Via Pesala (MS).
  • Circa 500 metri quadrati di tetto in amianto: Civitella in val di chiana (tegoleto) ,52041 via romana 219.
  • Capannone di circa 500 metri quadrati completamente ricoperto di eternit: Arpiola di Mulazzo, 54026 (MS).
- Advertisement -

Numero verde ONA

Chiedi assistenza gratuita