L’Ona e i Verdi insieme contro l’emergenza amianto

Reggio Calabria nell’ultimo periodo è stata testimone di numerosi episodi di inciviltà e poco rispetto per l’ambiente (per saperne di più leggi anche questo nostro articolo) che hanno portato l’Osservatorio Nazionale Amianto a sostenere un incontro con i Verdi per cercare una valida soluzione.

Non è, infatti, difficile passeggiare per le strade di Reggio e ritrovarsi avanti agli occhi oggetti composti di amianto; situazioni simili si presentano sia nelle strade provinciali del capoluogo calabrese sia in quelle più vicine al centro storico della città.

Alla base di un gesto tanto incivile quanto imprudente c’è sicuramente tanta ignoranza, molti ignorano che l’amianto è un minerale altamente cancerogeno e che respirare le sue fibre favorisce l’insorgere di gravi malattie invalidanti. Sabato 12 aprile scorso  Massimo Alampi, coordinatore del Comitato Ona Onlus Reggio Calabria, ha avuto modo di discutere con Domenico Bova coordinatore dei Verdi di Reggio della possibilità di istituire uno Sportello Amianto gratuito disponibile a tutti i cittadini.

L’ iniziativa presentata dall‘Ona Cosenza e deliberata l’8 Marzo 2018 con nr 59 dal Comune di ACRI (CS) ha previsto l’istituzione dello sportello, affidato in maniera assolutamente gratuita ai volontari dell’ ONA che hanno come obiettivo primario quello di promuovere un piano di informazione sui rischi amianto e sull’importanza della prevenzione.

Se la proposta verrà accettata dalle istituzioni, lo sportello sorgerà al fine di offrire informazioni anche sui percorsi burocratici necessari per lo smaltimento e la corretta segnalazione di rifiuti ma soprattutto sarà possibile ricevere assistenza legale e sanitaria nei casi in cui i cittadini abbiano contratto patologie asbesto correlate per mezzo di un’esposizione di origine professionale a fibre di amianto .

Il comune di Reggio Calabria in seguito alla legge nazionale 257 del 1992 ha invitato, mediante una campagna di informazione, tutti i cittadini all’autodenuncia della presenza di materiali a base di amianto nelle proprie pertinenze abitative.

La stessa amministrazione ha poi messo a disposizione i tecnici del Comune per attività di consulenza e di affiancamento nelle operazioni di bonifica da parte della cittadinanza ma questo sembra non bastare perché i cittadini continuano a ignorare la gravità della situazione.

I Verdi reggini e l’ONA chiederanno un incontro con i consiglieri comunali la dott.ssa Serranò  delegata alla materia e il  dott. Misefari delegato alla Sanità, al fine di ottenere sostegno per l’istituzione dello Sportello Amianto, rispettando naturalmente il Piano Regionale Amianto (PRAC) e dello statuto Comunale.

In attesa di conoscere i prossimi sviluppi della vicenda, vi invitiamo in caso aveste bisogno di informazioni, a contattare lo Sportello Nazionale Amianto direttamente sul suo sito ufficiale.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

ONA Notiziario Amianto