14.8 C
Rome
domenica, Dicembre 5, 2021

Amianto negli ospedali: ONA News

Ultimi articoli

È online il terzo appuntamento di ONA News. La trasmissione che ogni settimana porta all’attenzione del pubblico i vari aspetti della problematica amianto. Tra cui le testimonianze delle vittime e le proposte risolutive dell’ONA.

Amianto negli Ospedali: è strage di mesoteliomi

Uno dei settori italiano più a rischio, è proprio quello dell’amianto negli ospedali. Ciò è stato segnalato più volte nel corso degli anni dall’Avv. Ezio Bonanni al Ministro dell’Ambiente, Gen. Sergio Costa.

Infatti, il Ministro dell’Ambiente nel gennaio del 2020, ha stanziato delle somme al fine di bonificare gli edifici pubblici sul territorio italiano. Purroppo però, l’intervento del Ministero dell’Ambiente è circoscritto alla sola progettazione.

I dati del VI Rapporto ReNaM e le proposte dell’ONA

Ma l’amianto non risparmia nessuno. Nemmeno i nostri operatori sanitari, proprio come confermato nel VI Rapporto Mesoteliomi, in cui sono riportati 374 casi di mesotelioma negli ospedali, corrispondenti a 1,9% dei casi dell’intero totale di mesoteliomi.

Il Ministero della Salute, già con circolare n. 45 del 1986, aveva prescritto la bonifica attraverso la Circolare Ministero della Salute n. 45/86.

Infatti, a pag. 221 del VI Rapporto ReNaM, si fa riferimento ai profili di rischio amianto dei lavoratori sanitari.

In particolare, negli ospedali, la presenza di amianto è stata accertata: 

  • nelle pavimentazioni con mattonelle in vinilamianto, nei rivestimenti interni con pannelli di ‘Glasal’;
  • negli apparecchi di sterilizzazione;
  • nelle coibentazioni di condotte per aria trattata termicamente;
  • nelle caldaie e condotte di vapore per il riscaldamento degli edifici;
  • lavanderie stirerie per la presenza di mangani e assi da stiro con coperte in amianto;
  • negli apparecchi per la distillazione dell’acqua, all’interno dei carrelli riscaldati portavivande;
  • all’interno delle incubatrici per neonati.

Tra i lavoratori sanitari, il dato epidemiologico del registro mesoteliomi del 2018, sotto la voce “sanità e servizi sociali”, ha registrato n. 374 casi di mesotelioma.

L’Osservatorio Nazionale Amianto e l’Avv. Ezio Bonanni hanno assistito molte vittime di malattie asbesto correlate nel settore sanitario. La trasmissione televisiva riporta tutte le tesi dell’Avv. Ezio Bonanni, e casi specifici.

Amianto negli ospedali

Amianto negli ospedali: le testimonianze ONA

L’ONA ha assistito e assiste ancora oggi molte vittime di mesotelioma causato dall’amianto negli ospedali.

Tra questi si ricordano: il caso del Sig. Roberto Lucandri, deceduto per mesotelioma per la sua attività di lavoro nell’ospedale di Rieti.

Il secondo caso è invece quello del Sig. Sacchi Pietro, deceduto per mesotelioma per la sua attività lavorativa presso gli Ospedali Riuniti Marche Nord, USL 3 PESARO, Azienda Ospedaliera San Salvatore di Pesaro.

ONA News: amianto negli ospedali, ammalarsi dove si cura

La terza puntata di ONA News è andata in onda sul canale YouTube dell’associazione. Ha condotto il Dott. Massimo Maria Amorosini, giornalista e conduttore televisivo.

Ospiti:

  • L’avv. Ezio Bonanni, Presidente ONA;
  • Dott. Pasquale Montilla, componente del Comitato Tecnico Scientifico ONA;
  • Mariano Calisse, Presidente della Provincia di Rieti;
  • Elisabetta Sacchi, orfana di vittima mesotelioma.

ONA TV è lo strumento di comunicazione dell’Osservatorio Nazionale Amianto, associazione di categoria delle vittime dell’amianto. In più, l’associazione rappresenta e tutela anche le vittime degli altri cancerogeni.

È possibile consultare questo e anche i precedenti episodi sul canale YouTube ONA.

- Advertisement -spot_img

Numero verde ONA

spot_img

Chiedi assistenza gratuita