Ona e Bassiano per un protocollo d’intesa

Ona e Bassiano Ona e Bassiano

Il Comune di Bassiano e l’Ona in collaborazione contro l’amianto. Uno sportello per assistere gratuitamente la cittadinanza.

Con delibera di G. M. n 85 dell’11 agosto 2018, il Comune di Bassiano ha aderito al progetto di costituzione dello sportello nazionale amianto dell’Osservatorio Nazionale Amianto – Ona Onlus, ovvero uno sportello che possa costituire uno strumento fisico per l’assistenza di cittadini e lavoratori esposti e vittime dell’amianto e loro famigliari. Già nei primi anni 2000, su impulso della  della neonata associazione di vittime dell’amianto dell’Agro Pontino, guidata dall’Avv. Ezio Bonanni, l’amianto è stato bandito dal territorio di Bassiano. Il progetto “Sportello Amianto” prevede la stipula di un protocollo d’intesa con l’ONA a titolo gratuito, al fine di permettere, ai volontari di ONA ONLUS di assistere gratuitamente lavoratori e cittadini esposti e vittime dell’amianto.

I danni da amianto per salute umana

L’amianto provoca le seguenti patologie:

La ONLUS, il cui presidente è l’avvocato Ezio Bonanni, si occuperà di ogni genere di prevenzione primaria mediante la cultura della prevenzione, e quindi attraverso il bando mondiale dell’amianto e la bonifica di tutti i siti e gli ambienti di vita e di lavoro. Prevenzione secondaria consiste nella sorveglianza sanitaria per tutti i cittadini e lavoratori che sono esposti ad amianto e ad altri cancerogeni. In questo modo è possibile ottenere la diagnosi precoce di eventuali malattie e quindi assicurare migliori terapie e cure e maggiori chance di guarigione e sopravvivenza. Prevenzione terziaria prevede la tutela previdenziale e risarcitoria dei lavoratori esposti e delle vittime dell’amianto e di altri cancerogeni. Attraverso la tutela legale garantita dall’esperienza ventennale dell’Avv. Ezio Bonanni, presidente dell’ONA, è possibile ottenere il riconoscimento di tutti i diritti e benefici e il risarcimento dei danni, sia in favore della vittima primaria (lavoratore esposto), sia in favore dei suoi famigliari e stretti congiunti.

Inoltre si attiverà attraverso opere di sensibilizzazione, informazione e attività di tutela, oltre che ai cittadini anche a tutti gli enti e alle istituzioni, con spirito di sussidiarietà. 

Le patologie aumentano….

In Italia, moltissimi cittadini sono stati esposti in qualche modo al rischio amianto, sia in ambito lavorativo sia a causa di altri tipi di contaminazione, inclusa quella domestica (coperture dei tetti, coibentazioni in amianto) ma anche a causa delle falde inquinate.

Le conseguenza per la salute sono state devastanti, basti pensare all’elevata incidenza di patologie asbesto correlate quali: patologie fibrotiche, asbestosi, placche pleuriche, ispessimenti, tumore del polmone; mesoteliomi; altri tumori del tratto gastrointestinale; 

E il Comune corre ai ripari….

Per tali motivi il Comune di Bassiano ha deciso di correre ai ripari e salvare il salvabile prima che sia troppo tardi, decidendo di stipulare un protocollo d’intesa con l’ONA.

Lo sportello ONA

 Il Protocollo d’intesa siglato dall’Osservatorio Nazionale Amianto ONA ONLUS, che agisce in via autonoma è stipulato per gli aspetti istituzionali.L’ONA come prima cosa aprirà uno sportello telematico, al quale ogni cittadino può accedere, inoltrandone all’email : osservatorioamianto@gmail.com. 

Sarà anche predisposto uno Sportello fisico attraverso l’utilizzo di uno dei locali che l’Amministra Comunale porrà a disposizione.

Sia lo sportello telematico sia lo sportello fisico renderanno’ tutte le informazioni utili ai cittadini , alle imprese ed alle istituzioni, ivi comprese quelle del Comune, a 360 ° in materia di amianto e di altri cancerogeni.

Saranno programmate una serie di attività didattiche finalizzate alla informazione in materia di amianto; attività di cooperazione con il Comune, la Regione, anche per definire e applicare piani e protocolli per la bonifica, la sorveglianza sanitaria e ogni altra tutela; ed informazioni amianto ed altri agenti cancerogeni / patogeni; attenzione ai mezzi di informazione e gestione in autonomia del servizio e laddove possibile in sinergia con il servizio pubblico; Monitoraggio del processo con reportistica alla Regione come strumento per il miglioramento dell’efficacia ed efficienza del servizio pubblico. Verranno offerti servizi di assistenza tecnica, per le bonifiche dei materiali di amianto, ed evitare così il rischio di esposizione alla fibra killer, assistenza medica per la prevenzione, terapia e cura delle patologie asbesto correlate, in particolare il mesotelioma, il tumore del polmone, e tutti gli altri tumori, e l’asbestosi. Il servizio di assistenza medica gratuita sarà coordinata dal Dott. Arturo Cianciosi, al quale ci si potrà rivolgere attraverso il numero verde gratuito 800 034 294. L’assistenza oncologica gratuita sarà fornita dal Prof. Luciano Mutti, oncologo, coordinatore del pool di oncologi dell’osservatorio nazionale amianto, il quale fornisce assistenza gratuita per le vittime del mesotelioma.

Un servizio gratuito su base volontaria

Lo sportello fornisce assistenza ai cittadini su base volontaria. Le prestazioni sono totalmente gratuite, in quando la ONLUS agisce senza scopo di lucro, definendosi apartitica ed apolitica.

Lo sportello amianto gestisce il 90% della sua attività di volontariato ONLINE.

Per una consulenza legale gratuita, è sufficiente consultare la pagina dello Sportello Online ONA per segnalare la presenza di amianto contattare la sezione Guardia Nazionale ONA che poi seguire nella mappa con il sito, esteso all’intero territorio nazionale; I casi di sospetta malattia sono correlati tramite la piattaforma online ONA REPAC.

Gli ambiti di azione

Il cittadino potrà chiedere l’assistenza per problemi:

1) sanitari, rivolgendosi ai dipartimenti di ONA sportello amianto on line, ovvero ai singoli medici volontari ONA ONLUS inoltrando loro una email diretta, attraverso l’Osservatorio Nazionale Amianto, che coopereranno con le deputate a rendere l’assistenza. Nel caso di necessità di assistenza campo previdenziale sarà sufficiente inoltrare richiesta all’indirizzo e-mail: osservatorioamianto@gmail.com.

In caso di necessità, l’associazione applicherà precisi protocolli.

2) Problematiche risarcitorie e previdenziali. 

3) Redazione di un albo di gestione ambientale, così come il miglior servizio per il cittadino, salva la possibilità che il Comune decida di istituire un albo comunale.

4) Valutazione della situazione amianto: eventuale presenza, indice di degrado dell’amianto, monitoraggio e campionatura.

Il problema dea gestione dei rischi è stato invece risolto e gestito dal governo, in ogni caso, come previsto dai protocolli regionali citati in premessa. 

Il Comune

L’Osservatorio Nazionale Amianto ONA ONLUS è stato incaricato di gestire gli affari presso gli uffici del Comune; Il Comune si impegnerà a predisporre il logo ONA ONLUS e dei link che reindirizzano i cittadini al sito.

All’interno del sito istituzionale ONA si può trovare il testo del protocollo d’intesa.

Il Comune si impegna un segnale all’interno della casa e in ogni comunicazione, i servizi offerti da ONLUS e la sua affiliazione allo Sportello Amianto / ONA.

Il Comune finanzierà altre sì iniziative di informazione alla cittadinanza volantinaggi, ecc.).

L’Osservatorio Nazionale Amianto collaborerà con il Comune di Bassiano mettendo a disposizione esperti o Docenti ed attraverso l’ eventuale presenza fisica di volontari ONA (previa riconoscimento delle spese di viaggio, vitto e alloggio).

Solo laddove lo Sportello Amianto di ONA ritenga opportuno gestire “di persona” le necessità dell’utente, il comune su richiesta dello sportello / associazione si impegna a fornire una sede, all’interno della struttura comunale, senza alcun limite temporale.

RICHIEDI ASSISTENZA GRATUITA