7.1 C
Rome
venerdì, Maggio 14, 2021

L’ONA e la bonifica del Cinema Apollo

Ultimi articoli

Cinema Apollo: la vicenda della mancata bonifica

L’ONA ha scritto al Sindaco di Roma, Virginia Raggi per chiedere la bonifica immediata del Cinema Apollo che sorge nel quartiere Esquilino.

È del tutto inusuale la vicenda che vede protagonista il Cinema Apollo situato nella zona dell’Esquilino a Roma e a due passi proprio dalla stazione Roma Termini.

Il cinema ad oggi risulta ancora contaminato da amianto. Diventando una vera e propria minaccia per l’ambiente circostante.

L’amianto è stato messo al bando nel 1992 ma in Italia la situazione generale è comunque critica.

Sono molteplici gli edifici pubblici e privati che attendono di essere bonificati e tra questi troviamo anche il Cinema Apollo.

L’intervento del Presidente ONA per la bonifica

Per questa ragione l’avv. Ezio Bonanni, in qualità di Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, ha chiesto al Sindaco di Roma, Virginia Raggi, di disporne l’immediata bonifica.

«Le polveri e fibre di amianto sono cancerogene. L’amianto induce patologie fibrotiche come l’asbestosi, le placche pleuriche e gli ispessimenti pleurici.

Inoltre, spesso vi sono complicazioni cardiovascolari e cardiocircolatorie. Senza parlare del fatto che l’amianto favorisce l’insorgenza di patologie neoplastiche come mesotelioma, il tumore polmonare, alla laringe e all’ovaio etc…».

Come dichiarato dall’avv. Ezio Bonanni la presenza dell’asbesto all’interno del vecchio cinema potrebbe nuocere la salute di moltissime persone ed esporle al rischio di contrarre patologie invalidanti che dopo difficilmente riuscirebbero a curare.

Cinema Apollo: quali sono i rischi?

Ciò che preoccupa molteplici persone è il fatto che a pochi passi c’è la stazione di Termini… Un luogo in cui ogni giorno, sono di passaggio migliaia di persone e questo potrebbe addirittura implicare un disastro ambientale.

Considerando la facilità con la quale si disperdono nell’aria le fibre di amianto, è semplice ingerirle. Questo accade grazie alle loro piccolissime dimensioni.

L’istanza è stata depositata in data 02.08.2018 ed è stata inoltrata anche al Comitato dei cittadini che si è costituito spontaneamente.

Era prevedibile una presa di posizione da parte dell’Osservatorio Nazionale Amianto, associazione Onlus che da anni si pone accanto alle vittime di asbesto supportandole in ogni occasione e necessità.

Invitiamo chiunque volesse accedere ai servizi di consulenza medica e legale dell’ONA, a consultare la pagina del sito istituzionale, dedicata allo Sportello Amianto Nazionale ONA oppure contattare il numero verde gratuito: 800 034 294.

- Advertisement -

Numero verde ONA

Chiedi assistenza gratuita