Come obbligare la rimozione amianto

Amianto bonifica Amianto bonifica

Le polveri e fibre di asbesto (amianto sinonimo) hanno capacità cancerogene: l’unica fibra non dannosa è quella che non si respira. Per questa ragione è possibile obbligare il vicino a rimuovere Eternit con una denuncia amianto.Di seguito spiegato anche come fare  una denuncia anonima carabinieri

Come obbligare a rimuovere amianto

Prima di denunciare amianto, come nel caso di tetto amianto vicino casa (tetto eternit rischi – tetto eternit obbligo rimozione, rimozione tetto Eternit), bisogna capire come obbligare il vicino a rimuovere Eternit (Eternit obbligo rimozione).

Tetto in Eternit cosa fare: È dovere della Regione censire tutti gli edifici pubblici e privati con coperture o manufatti in eternit o tetti amianto (o tetto Eternit vicino casa). È altresì dovere anche dei proprietari o dei responsabili della struttura pubblica di segnalarne la presenza alle autorità e provvedere a proprie spese alla rimozione. In che modo?

Tetto in amianto cosa fare: attraverso ditte specializzate iscritte nell’apposito Albo nazionale dei gestori ambientali è possibile richiedere la rimozione Eternit. Queste ditte sono autorizzate al rilascio della certificazione a conclusione lavori.

Tetto in eternit: come fare una denuncia

Se il vicino non ha effettuato una denuncia eternit per la presenza, per esempio, di un tetto amianto, (tetto eternit obbligo rimozione) è importante presentare una segnalazione eternit (denuncia presenza amianto – denuncia presenza eternit). In particolare se appare in evidente stato di degrado. Si può segnalare amianto anche alla ASL (denuncia eternit ASL), ai vigili urbani o al nucleo tutela ambientale dei Carabinieri.

Come fare una denuncia anonima: la segnalazione amianto asl segnalazione eternit asl può anche avvenire in forma anonima, ma è consigliabile firmarla, affinché sia presa seriamente in considerazione.

Una volta presentato l’esposto (ad esempio denuncia eternit lombardia) sarà l’autorità a contattare l’agenzia regionale competente per esaminare la presenza e la quantità di asbesto. Solo successivamente potrà decidere come intervenire.

Quando non si può obbligare a rimuovere Eternit

Non c’è obbligo rimozione Eternit o un obbligo smaltimento Eternit di edifici con lastre di eternit o materiale contenente asbesto non usurato. L’integrità infatti non costituisce alcun rischio per la salute e per l’ambiente. Il proprietario sarà semplicemente obbligato a monitorare lo stato di degrado e ad intervenendo in caso di necessità (Eternit obbligo rimozione).

Per evitare il rischio di usura, si può chiedere alle ditte bonifica amianto di intervenire con la verniciatura con specifici smalti, l’incapsulamento o la sovra copertura.

Qualora invece si dovesse chiedere l’intervento a seguito di usura, potrà essere eseguito soltanto da aziende specializzate nella rimozione e nello smaltimento amianto. Questo al fine di evitare che le particelle di asbesto si aerodisperdano provocando danni alla salute.

Bonus amianto per tetto in Eternit

La legge riconosce un bonus per chi sostituisce il tetto in eternit con pannelli fotovoltaici, ricoprendo almeno il 90% della superficie. Si ricorda che comunque solo la bonifica e la decontaminazione degli ambienti che presentano amianto e altri agenti tossico-nocivi si tutela la salute collettiva (amianto rimozione).

Detrazioni fiscali per smaltimento amianto

In caso di lavori edili, anche di ristrutturazione, anche grazie alla possibilità di usufruire di detrazioni fiscali per lo smaltimento amianto, potrebbe essere il momento giusto per rimuovere amianto presente in casa. Le detrazioni fiscali per i lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica fino a dicembre 2019 vanno dal 50 al 65% del costo finale e vengono ripartite in 10 rate annuali. Il limite di spesa è di 96 mila €. Le detrazioni sono applicabili ai lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, ristrutturazioni e restauro, lavori condominiali, riparazioni in seguito a calamità (per esempio, interventi anti sismici) e smantellamento di materiali tossici come l’asbesto (rimozione Eternit). 

Le iniziative ONA 

  • mappatura dei siti contaminati grazie alle segnalazioni dei cittadini attraverso la Guardia Nazionale Amianto 
  • bonus fiscali alle imprese e alle famiglie, senza limiti e con detrazione fiscale completa delle spese per la bonifica oltre alla decontaminazione dei luoghi di lavoro (per le imprese) e delle abitazioni (per i privati).

L’Osservatorio Nazionale Amianto, attraverso il suo Dipartimento “Bonifica e Decontaminazione”, ha stipulato convenzioni per ridurre le spese di bonifica e decontaminazione.

Amianto a chi rivolgersi

Se ti stai chiedendo a chi segnalare eternit, rivolgiti all’Osservatorio Nazionale Amianto compilando il seguente formulario:

Per ottenere assistenza gratuita, segnalazione presenza amianto, segnalazione presenza eternit, bonifica, decontaminazione e per ricevere una consulenza legale puoi inviare la documentazione che verrà visionata dal team di avvocati online gratis che collaborano con il Dipartimento Bonifica e Decontaminazione dell’amianto.

Denunciare eternit è fondamentale per tutelare la salute di tutti i cittadini. Per ulteriori informazioni contattare il numero verde 800 034 294, risponderanno i volontari dell’ONA.

Denuncia anonima Carabinieri

Attraverso l’ONA si può fare una denuncia anonima Carabinieri per ottenere la rimozione Eternit in relazione all’obbligo rimozione Eternit e tetti in Eternit e tetti in amianto (tetti in Eternit obbligo rimozione). e della copertura Eternit.

I servizi di assistenza ONA

L’Osservatorio Nazionale Amianto – ONA Onlus  e l’Avv. Ezio Bonanni tutelano i diritti di tutti i cittadini e lavoratori esposti e vittime dell’amianto e altri cancerogeni. L’associazione con il pool di tecnici, assiste i cittadini per la bonifica e messa in sicurezza dei siti contaminati (prevenzione primaria). In caso di esposizioni ad asbesto ed altri cancerogeni, si può chiedere il servizio di assistenza medica gratuita (prevenzione secondaria). L’ONA guida la ricerca scientifica in materia di mesotelioma ed altre patologie asbesto-correlate. Fermo il ruolo della prevenzione primaria, la diagnosi precoce, e le terapie più tempestive, assicurano maggiori chance di guarigione, ovvero di maggiore sopravvivenza a migliori condizioni di salute. L’ONA guida anche il pool di legali, per la tutela di tutti i diritti delle vittime di malattia professionale, tra cui quelle asbesto correlate, per il prepensionamento e l’adeguamento dei ratei pensionistici, con i c.d. benefici contributivi per esposizione ad amianto. Anche i lavoratori che sono ancora privi di malattia, hanno diritto ai benefici contributivi per esposizione ad amianto. In caso di insorgenza di malattia professionale, l’ONA avvia il percorso INAIL per l’indennizzo e/o la rendita. In caso di servizio reso nelle Forze Armate, ovvero in esposizione ad amianto ed altri cancerogeni, nel rapporto di pubblico impiego non privatizzato, la struttura medico legale dell’ONA avvia le domande amministrative di riconoscimento di causa di servizio e quelle di vittima del dovere. Tutte le vittime e i loro famigliari hanno diritto al risarcimento di tutti i danni. In caso di decesso, le somme sono liquidate ai famigliari, loro eredi legittimi.

banner assistenza ona

RICHIEDI ASSISTENZA GRATUITA