Le regole in batteria

Giuseppe Conte Giuseppe Conte

Editoriale a cura di Ruggero Alcanterini già direttore de “L’Eco Del Litorale”

Dovrei partire da un primo colpo in batteria per arrivare alla conclusione con il rispetto delle regole, essenza del fair play. Beh, nella giornata di ieri gli ingredienti non sono venuti meno , anzi, al richiamo della Presidente del Senato, Casellati, il Presidente del Consiglio, Conte ha risposto, oltre che nell’Aula della Camera, fuori in Piazza Montecitorio, mettendosi appunto alla batteria con il Presidente della Camera Fico, la Ministra alle politiche agricole Bellanova e il Ministro dell’Economia, Gualtieri. Una band scatenata, giusto per sottolineare che è il proprio momento, ché a maggioranza sono passate le decisioni sullo scostamento di bilancio e sulla proroga dell’emergenza COVID sino al 15 di ottobre.

Numero Verde Assistenza ONA

Francamente, devo dire che, anche se sono palesi inciuci e strumentalizzazioni, dalle presidenze delle Commissioni Permanenti alle indagini sui camici in Lombardia, che emergono fibrillazioni e carenze nella Compagine, l’approvvigionamento di danaro con il “Recovery Fund” e prossimamente con il MES, nel breve termine è e sarà arma vincente, perché l’aria che tira è che ci sia un ulteriore picco virale, una temuta, probabile seconda ondata, a causa dei comportamenti umani planetari difformi e dei tempi necessari per contrastare la pandemia con il vaccino. Quando, esauriti i soldi e i condizionamenti comportamentali del Coronavirus, nel medio termine, ci renderemo conto di aver seminato miliardi e miliardi di sterili bonus nell’italico “campo dei miracoli”, sarà tardi per noi “Pinocchi” felici e gabbati per un infinito futuro. Del resto, si sa che vivere da cicale non dispiace e poi si trova sempre il modo per piangere sul latte versato. La nostra memoria diviene sempre più corta e i nasi si allungano come l’elenco delle regole, decretate di giorno in giorno, nel clangore di piatti, bonghi e tamburi.

RICHIEDI ASSISTENZA GRATUITA