Il grido di battaglia di Calogero Vicario

Per far fronte all’emergenza amianto presente in Sicilia, in particolare nel cosiddetto triangolo della morte composto da: Melilli, Augusta e Priolo. L’Osservatorio Nazionale Amianto è continuamente impegnato in interessanti iniziative mirate alla sensibilizzazione della popolazione locale all’argomento e alla diffusione della giusta informazione per combattere il problema.

Una di queste importanti iniziative è stata organizzata e fortemente voluta dal Sindaco di Priolo Gargallo, l’On.le Pippo Gianni, infatti oggi ci sarà una riunione straordinaria del Consiglio Comunale presso l’aula Consiliare.

L’incontro è intitolato “Ambiente, inquinamento e rischi per la salute”, tre tematiche molto delicate che vanno ad intersecarsi tra loro in quel territorio così difficile in cui a morire sono ancora in moltissimi. 

La Corte di Appello di Roma aveva già in passato sentenziato che le tesi dell’Avv. Ezio Bonanni, circa un’alta incidenza di casi di cancro e di altre patologie asbesto correlate ne territorio di Priolo Gargallo e degli altri Comuni del famigerato triangolo della morte: “dalla documentazione prodotta (indagine epidemiologica del 1997 a cura dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e Registro Tumori della Provincia di Siracusa) emerge come l’esposizione ad amianto riguardasse tutti i lavoratori del Polo Petrolchimico di Priolo e, addirittura, gli abitanti della zona”.

L’INAIL a suo tempo aveva negato ad un operaio di Priolo Gargallo,  il riconoscimento della rendita per malattia professionale e difeso dall’Avv. Ezio Bonanni, aveva fatto causa all’INAIL. Lottando come un leone fino al giorno 15.07.2015, momento in cui è deceduto. Il Tribunale aveva accolto le tesi dell’INAIL e rigettato anche la domanda giudiziale.

«La Corte di Appello di Roma ribalta l’esito del giudizio di primo grado, condanna l’INAIL, ma soprattutto afferma che il mesotelioma va sempre indennizzato, tanto più per “tutti i lavoratori del polo petrolchimico di Priolo” e afferma il rischio amianto anche per gli abitanti della zona» – aveva dichiarato a suo tempo l’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, dando sostegno all’iniziativa dell’ONA Sicilia, con il coordinatore Calogero Vicario e l’On.le Dott. Pippo Gianni, autorevole esponente del comitato tecnico scientifico nazionale, affinché fosse applicata la Legge Regionale Siciliana in materia di amianto, ragione per la quale, anche in qualità di Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto. 

Purtroppo gli appelli che l’ONA sta lanciando, già dal 2008, in Sicilia, sono rimasti lettera morta, in molti sembrano sordi o ciechi dinnanzi all’evidenzia, ad eccezione dell’impegno dell’On.le Dott. Pippo Gianni che, sia da parlamentare e assessore regionale (prima), e poi di parlamentare nazionale (dopo), e ancora di Sindaco di Priolo Gargallo (ora ed ancora), si è sempre impegnato al fianco delle vittime, dei più deboli e degli ultimi, come dimostra l’ultimo responso delle urne, che, in modo plebiscitario, lo hanno riportato a rivestire la carica di Sindaco che aveva ricoperto già decenni orsono, lanciando, tra l’altro, già 35 anni fa, l’allarme sull’inquinamento.

Meritevole risulta anche l’impegno del Sig. Calogero Vicario, Coordinatore dell’Osservatorio Nazionale Amianto, Regione Sicilia, ribadisce che l’associazione è operativa in tutto il territorio della Regione Sicilia, fin dal 2008, e presta assistenza tecnica, medica e legale, in modo assolutamente gratuito.

«Quando nel 2008 abbiamo dato vita all’ONA in Sicilia abbiamo lanciato il nostro grido di dolore che è stato raccolto solo dall’On.le Pippo Gianni. In qualità di operaio saldatore sentivo di aver subito dei danni dalla fibra killer di amianto. Per fortuna il Buon Dio per il momento mi ha risparmiato dalla fibra, e per questo abbiamo chiesto salute e lavoro, senza che ci sia un falso dilemma di una contrapposizione e cioè scegliere di morire di fame o di morire di cancro, come sta succedendo a molti miei colleghi e in qualche caso anche alle loro mogli. Per questo motivo l’ONA ringrazia l’On.le Pippo Gianni e invita tutta la cittadinanza a partecipare in massa al Consiglio Comunale indetto per il giorno 06.09.2018 alle ore 17:00. Come ONA prevediamo di organizzare una forte mobilitazione, fino ad arrivare a Roma, se è necessario. Non si può continuare questo massacro. E’ necessario bonificare, e al più presto» – dichiara il sig. Calogero Vicario.

Vicario

L’ONA, attraverso il suo Presidente nazionale, e attraverso il Coordinatore Regionale Sig. Calogero Vicario, invitano i cittadini, tutti, ivi compresi quelli residenti negli altri Comuni del famigerato triangolo della morte, a partecipare al Consiglio Comunale straordinario, indetto dal Comune di Priolo Gargallo per il giorno 06.09.2018, alle ore 17:00.

«L’appuntamento di oggi non è un appuntamento passerella. Abbiamo iniziato a mettere i puntini sulle ‘i’ rispetto ad una presenza, ingombrante, di una industria che fino ad oggi ha costruito immensi profitti senza tener conto dei costi ambientali ed umani e delle drammatiche conseguenze che l’inquinamento, primo tra tutti quello da amianto, ha provocato sulla salute dei cittadini. Riteniamo indispensabile che, pur rispettando il profitto legittimo, le industrie e lo Stato debbano rivedere i loro progetti e programmi che riguardano ambiente e sanità per dare a questo popolo salute e speranza, per oggi e per il futuro, anche per i loro figli, superando il falso dilemma salute o lavoro. Che è una contrapposizione falsa e fallace. In qualità di Sindaco di Priolo Gargallo e quindi massima Autorità Sanitaria e al tempo stesso componente del comitato tecnico scientifico dell’ONA, ho chiamato a raccolta non solo la cittadinanza, ma anche i 6 Sindaci delle aree ad alto rischio per chiedere al Governo nazionale di lasciare l’1% del prelievo fiscale annuale che viene prelevato da quest’area industriale per utilizzarlo per l’ambiente e la sanità: prevenzione primaria, cioè bonifica, e sistema di sicurezza; prevenzione secondaria: screening sanitari e salute, e cioè cure per i pazienti sventurati. Il nostro motto da oggi è: ‘Abbiamo lavorato 50 anni inquinando e ora lavoreremo altri 50 anni per disinquinare’» – dichiara l’On.le Pippo Gianni, Sindaco di Priolo Gargallo, e componente del comitato tecnico scientifico dell’ONA, in merito all’incontro di oggi.

L’Osservatorio Nazionale Amianto assicura i seguenti servizi gratuiti:

  • Assistenza medica;
  • Consulenza legale;

Tutti i cittadini che ne hanno necessità possono prima di tutto consultare il sito www.osservatorioamianto.com dal quale acquisire ogni utile informazione poi, nel caso fossero necessari chiarimenti e assistenza medica e legale, i si potrà rivolgere al numero verde gratuito 800 034 294. Le richieste possono essere inviate all’ONA attraverso lo sportello amianto on line.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

ONA Notiziario Amianto