Incendio alla Raffineria Sannazzaro de’Burgondi

Lomellina Raffineria Sannazzaro De Burgondi Lomellina Raffineria Sannazzaro De Burgondi

Necessario l’intervento per i danni provocati dall’incendio

Il triste presagio si è trasformato in dramma: l’incendio con fiamme alte fino a 200 metri e un denso fumo che da ore sta contaminando l’ambiente si profila come un vero e proprio disastro.

L’Osservatorio Nazionale Amianto denuncia da anni il rischio legato alla raffineria di Sannazzaro de Burgondi.

A suo tempo, proprio attraverso l’Ona, gli eredi del signor F.F., morto di mesotelioma dopo aver lavorato una vita come operaio nella raffineria di Sannazzaro, avevano depositato una denuncia alla Procura della Repubblica di Milano per la situazione di elevato rischio legato all’impianto di Raffineria Sannazzaro dè Burgundi.

Successivamente, un altro esposto era stato depositato alla Procura della Repubblica di Pavia.

banner assistenza ona

“Come legale delle Vittime dell’amianto che come Presidente dell’Ona ho chiesto ripetutamente maggiore attenzione per il rischio legato alla Raffineria di Sannazzaro de Burgondi. Ora, non possiamo che chiedere che si faccia piena luce su questa situazione, oltre che sulle morti di amianto nella Raffineria”.

Sono infatti numerose le segnalazioni giunte all’Ona di patologie tumorali e mesoteliomi che con tutta probabilità sono legate all’esposizione ad amianto ed altri cancerogeni prodotti dalla raffineria.

Sannazzaro De Burgondi: zona ad alto rischio amianto

La zona di Sannazzaro De Burgondi è particolarmente martoriata a causa della presenza dell’Eternit, ovvero, la fabbrica della morte.

Per questa ragione l’Osservatorio Nazionale Amianto, nel corso del tempo ha promosso svariate iniziative in loco.

Una di queste è: Eternit. L’assassino lento e silenzioso

Da consultare direttamente sul nostro canale YouTube.

RICHIEDI ASSISTENZA GRATUITA

L’ONA e l’avv. Ezio Bonanni, in collaborazione con uno staff di medici, legali e professionisti di ogni genere, tutelano le vittime amianto con servizi di assistenza gratuita.

Per accedere ai servizi di assistenza gratuita basta contattare il numero verde gratuito 800 034 294, oppure, scrivere al formulario.