8.7 C
Rome
martedì, Settembre 27, 2022

Fragili, verso la proroga dello smart working

Letto: 293 volte

Ultimi articoli

Lo smart working potrebbe essere prorogato per i fragili e per i genitori dei figli under 14. È questo l’emendamento proposto dal ministro del Lavoro, Andrea Orlando. La modifica è stata presentata ieri a Palazzo Chigi e prende in considerazione il periodo fino al prossimo 31 dicembre.

Lo stesso ministro ha spiegato che l’emendamento sarà presentato in sede di conversione del decreto legge Aiuti bis al Senato. Per coprire i costi per i lavoratori nel settore pubblico sarebbero utilizzati, secondo quanto riporta l’Ansa, fondi dello stesso ministero del Lavoro.

Per i fragili smart working anche dopo il 31 agosto

Se dovesse passare i lavoratori potranno chiedere di lavorare in casa anche dopo il 31 agosto senza che sia necessario l’accordo individuale.

Per i lavoratori fragili, infatti, il 30 giugno era scaduto il diritto, in caso di mansioni non compatibili con il lavoro agile (come ad esempio le cassiere), di equiparare il periodo di assenza dal lavoro al ricovero ospedaliero.

Possibilità anche per i genitori dei figli under 14

Per i genitori di figli under 14 è invece scaduto il 31 luglio il diritto allo smart working a fronte di mansioni che possono essere svolte in modalità agile e a condizione che l’altro genitore lavori e non prenda somme da strumenti di sostegno al reddito.

Smart working una delle soluzioni per aumento prezzo gas

La notizia arriva nel momento in cui lo smart working potrebbe contribuire a risolvere anche il gravoso problema dell’aumento del prezzo del gas causato dalla guerra in Ucraina.

Tra le soluzioni pensate dal governo Draghi in queste ore rientra il riscaldamento da accendere 15 giorni dopo e per un’ora e un grado in meno. Il lavoro agile per tutti i dipendenti pubblici e le insegne dei negozi spente dopo le 23.

Covid, i fragili devono ancora prestare attenzione

Le persone fragili devono continuare a prestare attenzione al Covid 19. Questo è il consiglio dei medici e dell’Ona – Osservatorio nazionale amianto. Il presidente dell’associazione, l’avvocato Ezio Bonanni, lo ha ricordato dall’inizio della pandemia.

Ora che la campagna vaccinale ha permesso di limitare le restrizioni per il diffondersi del contagio e che la pressione sugli ospedali è fortemente diminuita, i fragili devono continuare ad usare la mascherina e ad evitare luoghi troppo affollati. Per loro il Covid è ancora pericoloso e questo nuovo emendamento ha l’obiettivo di continuare a proteggerli.

- Advertisement -spot_img

Numero verde ONA

spot_img

Chiedi assistenza gratuita