22.7 C
Rome
lunedì, Maggio 20, 2024

Endometriosi, 27 marzo giornata mondiale

Letto: 456 volte

Ultimi articoli

Il 27 marzo 2023 è la Giornata mondiale dell’Endometriosi. Questa malattia è di natura cronica e caratterizzata da tessuto simile a quello dell’endometrio (il rivestimento della parete dell’utero) in sedi diverse. Influenzato dagli ormoni – estrogeni, testosterone e progesterone – il tessuto prolifera provocando noduli, aderenze e cicatrizzazioni, con conseguente risposta infiammatoria.

Quando si parla di endometriosi spesso si pensa ad una malattia di esclusiva pertinenza ginecologica. In realtà si tratta di una patologia infiammatoria progressiva che non riguarda il solo apparato riproduttivo e che, pertanto, richiede una valutazione e un approccio multidisciplinare” – spiega Alice Odv, Associazione Lotta Italiana per la Consapevolezza sull’Endometriosi.

L’associazione per il mese di marzo ha lanciato la campagna “Facciamo luce sull’endometriosi” rivolta alle amministrazioni locali perché illuminino di giallo alcuni edifici o monumenti nella giornata del 27 marzo. La campagna è nata per sensibilizzare la popolazione su questa patologia.

Circa 3 milioni – si stima – sono le persone affette da endometriosi grave in Italia.

Endometriosi, di cosa si tratta e come si cura

L’endometriosi segue la classificazione in pelvica ed extra-pelvica in base quale sia la sua localizzazione. La patologia può infatti interessare diverse sedi quali: ovaie, tube, cervice uterina, vagina, legamenti larghi dell’utero; vescica, ureteri, reni, legamenti uterosacrali, peritoneo, intestino, colon, retto; nonché, anche se con minore frequenza, organi come fegato, polmoni, diaframma, pleure e pericardio.

Può essere una patologia molto invalidante e la gravità dei sintomi non necessariamente è legata all’estensione della malattia. Può essere asintomatica, come dare forti dolori causati da cicatrizzazione e infiammazione.

La diagnosi è difficile e può avvenire anche dopo 5-7 anni di sofferenza. Campanelli d’allarme però devono essere:

  • dismenorrea;
  • dispareunia (dolore durante i rapporti sessuali);
  • dolore pelvico, lombare o rettale;
  • problemi intestinali o urologici (es. dolore o difficoltà durante la minzione);
  • dischezia (dolore e/o difficoltà durante la defecazione);
  • difficoltà nel concepimento;
  • stanchezza cronica.

L’endometriosi – spiega ancora Alice Odv – spesso coesiste con altre condizioni tra cui: malattia infiammatoria pelvica, sindrome dell’intestino irritabile, cistite interstiziale, vulvodinia, fibromialgia e malattie autoimmuni“.

Importante anche l’impatto psicologico dell’endometriosi. “Colpisce l’identità in tutte le sue dimensioni; individuale, relazionale, sessuale, sociale e psicologica. Il dolore cronico e le conseguenze dell’endometriosi possono avere un impatto significativo sulla qualità di vita e sul benessere mentale, emotivo e relazionale della persona affetta. In particolar modo le persone che soffrono di endometriosi possono riportare alti livelli di ansia, sbalzi d’umore, depressione, limitazioni nelle attività sociali e lavorative, difficoltà relazionali e di adattamento. La malattia può inoltre creare problematiche legate alla propria immagine e al conseguente crollo dell’autostima. Di fondamentale importanza è un approccio specialistico integrato, ginecologico e psicologico“.

Sabato 25 marzo la marcia della consapevolezza

In aggiunta alla giornata mondiale, sabato 25 marzo si terrà anche una marcia mondiale. Si chiama Worldwide Endomarch ed è la più grande manifestazione al mondo per i diritti delle persone con endometriosi.

L’appuntamento è a Roma con la marcia non competitiva, con centinaia di pazienti e familiari, amici, medici e associazioni per sensibilizzare l’opinione pubblica. Perché per i pazienti affetti da questa malattia non ci sono ancora tutele. Lo scopo è queindi quello di aiutarli nella lotta per un’uguaglianza dell’assistenza sanitaria per l’endometriosi. Ci si può registrare per dare sostegno. Si tratta della decima edizione e gli hashtag scelti sono #GoYellowForChange, #wwendomachX10 e #Romax10.

endometriosi campagna
- Advertisement -spot_img

Numero verde ONA

spot_img

Chiedi assistenza gratuita