Coronavirus: coronata premonizione

Coronavirus Coronavirus

Editoriale a cura del Dott. Ruggero Alcanterini editorialista per “Il Giornale Sull’Amianto” e direttore di “L’Eco Del Litorale”.

Francamente, sono rimasto sorpreso, turbato dal sogno di questa notte. Era un bel po’ che non mi capitava. Partecipavo ospite ad una festa di ringraziamento, con tanta gente in promiscuità. Opima la campagna circostante, al commiato, mi veniva donato un enorme tralcio con turgidi grappoli d’uva bianca

I servizi di assistenza ONA

L’Osservatorio Nazionale Amianto – ONA Onlus e l’Avv. Ezio Bonanni tutelano i diritti di tutti i cittadini e lavoratori esposti e vittime dell’amianto e altri cancerogeni. L’associazione con il pool di tecnici, assiste i cittadini per la bonifica e messa in sicurezza dei siti contaminati (prevenzione primaria). In caso di esposizioni ad asbesto ed altri cancerogeni, si può chiedere il servizio di assistenza medica gratuita (prevenzione secondaria). L’ONA guida la ricerca scientifica in materia di mesotelioma ed altre patologie asbesto-correlate. Fermo il ruolo della prevenzione primaria, la diagnosi precoce, e le terapie più tempestive, assicurano maggiori chance di guarigione, ovvero di maggiore sopravvivenza a migliori condizioni di salute. L’ONA guida anche il pool di legali, per la tutela di tutti i diritti delle vittime di malattia professionale, tra cui quelle asbesto correlate, per il prepensionamento e l’adeguamento dei ratei pensionistici, con i c.d. benefici contributivi per esposizione ad amianto. Anche i lavoratori che sono ancora privi di malattia, hanno diritto ai benefici contributivi per esposizione ad amianto.

banner assistenza ona

Concluso il momento onirico con la realtà della sveglia, ho cominciato a pensare, a domandarmi cosa mi avesse ispirato, il perché di un tal richiamo senza motivazioni, né gastriche, né traumatiche, salvo l’incombere mediatico del COVID 19. Non ci volevo e non ci voglio credere ma, stando agli aruspici, l’uva bianca sembra simboleggiare felicità ed abbondanza, ricchezza. Ma, andando più a fondo, pare si riferisca ad un obiettivo raggiunto dopo importanti sacrifici, i cui benefici potrebbero essere morali, interiori. E fino a qui ci saremmo. Quel che mi lusinga e al contempo mi preoccupa è poi il riferimento simbolico al cerchio che si chiude, alla sua perfezione nella completezza, in riferimento all’universo ed al ciclo della vita.

Di questi tempi, anche l’arcano auspicio associato all’eros ed alla fertilità, per via della sacralità della vigna, della vite e dell’uva non basterebbe, senonché l’Antico Testamento premonisce valore legato alla raccolta dei frutti ed alla produzione del vino. Insomma, data l’incipiente tepidezza della primavera, del bucolico invito, potremmo aspettarci cori virali dalle cantorie on road, trasgressioni bacchiche di menadi e satiri nei parchi cittadini ed alla fine, quando sarà, a babbo morto, una produzione d’annata record, di quelle memorabili. Tutto questo, pensate, in virtù di un dream al tempo del Coronavirus.

RICHIEDI ASSISTENZA GRATUITA