Vittime del dovere

Sono definiti vittime del dovere coloro che hanno subito invalidità permanente in attività di servizio o nell’espletamento delle loro funzioni, con lesione biologica e, in alcuni casi, con il decesso. Le vittime del dovere hanno diritto al riconoscimento della causa di servizio e a prestazioni economiche aggiuntive, erogabili ai familiari in caso di decesso.

News Vittime del dovere

Su Il giornale dell’amianto trovate tutte le news e le storie delle vittime del dovere. Il giornale dell’amianto è organo ufficiale dell’Osservatorio Nazionale Amianto – ONA, un’associazione ONLUS che si occupa di assistenza medica e assistenza legale alle vittime dell’amianto (assistenza tecnica e medica e tutela legale gratuita), nonché di prevenzione del rischio amianto e riconoscimento dello status di vittime del dovere ai soggetti che ne hanno diritto.

Tieniti informato su bonifica amianto, terapie e cure, ricerca scientifica, tutele legali e diritti e storie delle vittime del dovere. Scopri tutte le news sul notiziario amianto. 

Chi sono le vittime del dovere?

Secondo l’art. 1 comma 563, L. 266/2005 “Per vittime del dovere devono intendersi i soggetti di cui all’art. 3 della legge 13 agosto 1980, n. 466, e, in genere, gli altri dipendenti pubblici deceduti o che abbiano subito un’invalidità permanente in attività di servizio o nell’espletamento delle funzioni di istituto per effetto diretto di lesioni riportate in conseguenza di eventi verificatisi:

  • nel contrasto ad ogni tipo di criminalità;
  • nello svolgimento del servizio di ordine pubblico;
  • nella vigilanza ad infrastrutture civili e militari;
  • in operazioni di soccorso;
  • in attività di tutela della pubblica incolumità;
  • a causa di azioni recate nei loro confronti in contesti di impiego internazionale non aventi, necessariamente, carattere di ostilità“.

Sono equiparati a vittime del dovere coloro che hanno riportato lesioni o la morte in una delle attività esercitata nelle funzioni indicate nell’art. 1 comma 563 L. 266/2005, e anche coloro che le abbiano subite in attività pericolose, o che lo siano diventate per circostanze occasionali (c.d. occasione di lavoro), come sancito dall’art. 1, comma 564, L. 266/2005, che ha creato quella che tecnicamente è definita la categoria di “soggetti equiparati a vittime del dovere”, con identici benefici.

Vittime del dovere

Le vittime del dovere per esposizione ad amianto

L’esposizione all’amianto, anche dopo l’introduzione della L. 257/92 che ha bandito l’uso dell’asbesto, è sempre stata molto elevata nei dipendenti del Ministero della Difesa (Marina, Esercito, Aeronautica e Carabinieri) e del comparto sicurezza (Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Polizia Municipale, Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e Guardia di Finanza).

L’amianto è stato infatti utilizzato nelle armi da fuoco, nella costruzione di basi e mezzi navali, aeromobili e mezzi corazzati e blindati, nonché tute ignifughe ed altri sistemi di protezione. 

Entra e sfoglia tutte le news e gli articoli sulle vittime del dovere e sulle loro storie e sulla lotta di ONA contro l’amianto.