15.3 C
Rome
domenica, Febbraio 25, 2024

Borotalco Johnson & Johnson: chiudere i contenziosi?

Letto: 209 volte

Ultimi articoli

Borotalco Johnson & Johnson nell’occhio del ciclone. Come noto, sulla società grava l’accusa di aver utilizzato amianto nel prodotto e di aver provocato gravi patologie alle persone

Borotalco Johnson & Johnson causa mesotelioma?

Milioni di americani utilizzano da molti decenni il borotalco Johnson & Johnson e altri prodotti contenenti talco, come parte della loro routine quotidiana di igiene personale. 

È stato ampiamente riconosciuto – così come scrive la nota Majo Clinic-  che il talco può causare il mesotelioma quando contiene anche tracce di amianto.

Talco Johnson & Johnson: cosa chiede la società

Il colosso farmaceutico statunitense Johnson & Johnson ha chiesto di concordare con una proposta di quasi 9 miliardi di dollari l conclusione delle cause che gravano sui suoi prodotti a base di talco causando il mesotelioma, il cancro ai polmoni.

In attesa di approvazione dal Tribunale, la società del New Jersey dichiara di voler risolvere la questione «In modo equo ed efficiente tutti i contenziosi».

Tra le accuse più gravi sul borotalco Johnson&Johnson c’è la conoscenza da almeno 20 anni in precedenza della presenza di tracce di amianto nel borotalco.

Il prodotto risulta molto utilizzato anche per l’igiene dei bambini e tra i più usati per la routine dell’igiene.

La Cosmetic, Toiletry, and Fragrances Association ha pubblicato nel 1976 alcune linee guida decretando che il talco utilizzato nei prodotti cosmetici statunitensi dovrebbe essere esente da quantità rilevabili di amianto. 

Una serie di cause legali e rapporti suggeriscono che alcune aziende continuarono a produrre e vendere prodotti a base di talco contaminati da amianto per decenni dopo. 

Nell’aprile 2023, Johnson & Johnson ha accettato un accordo di 8,9 miliardi di dollari.

Ciò è avvenuto dopo che 60.000 cause legali hanno sostenuto un collegamento tra il suo borotalco e altri articoli per la cura personale a base di talco, e lo sviluppo del mesotelioma e del cancro alle ovaie.

Lo IARC, l’agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, ha valutato il talco contaminato da amianto come cancerogeno (classe 1), il talco puro come NON cancerogeno (gruppo 3) e ha inserito invece l’uso di talco a livello perineale (cioè genitale e vaginale) come “possibile cancerogeno” per il tumore ovarico (gruppo 2B).

Il crollo in borsa del talco Johnson & Johnson

Stando a un’inchiesta Reuters del 2018 che fece emergere la rivelazione del borotalco Johnson & Johnson all’amianto, assistemmo a un crollo in borsa del titolo J&J a Wall Street.

Dal 1971 in avanti secondo quanto si evince dalle accuse presentate in Tribunale, come il gruppo J&J presentasse elementi individuali che mostravano preoccupazioni per alcune sostanze presenti nel talco.

Questi timori, svelati dalla stampa, fece sì che nel 2018 si infliggesse alla multinazionale una multa di 4,7 miliardi di dollari.

Cosa succede in USA

Prove sull’amianto nel talco e sul modo in cui i prodotti in polvere di talco potrebbero contribuire al mesotelioma continuano a svilupparsi. 

Uomini e donne che sono stati colpiti dal borotalco e dall’amianto si sono attivati ​​e stanno vincendo le loro cause:

Colgate-Palmolive: Nel 2015, una donna californiana ha fatto causa con successo a Colgate-Palmolive per il suo bouquet di cashmere. 

La donna ha detto di aver usato il borotalco per quindici anni e alla fine le è stato diagnosticato un mesotelioma. L’azienda non è stata d’accordo con la giuria, che ha assegnato alla donna 13 milioni di dollari.

Whittaker, Clark e Daniels: Nel 2016, anche un uomo californiano ha vinto una causa contro il borotalco e ha vinto 18 milioni di dollari.

 La causa è stata intentata contro una società che forniva talco, Whittaker, Clark & ​​Daniels. L’imputato ha affermato che il talco dell’azienda veniva utilizzato nel negozio di barbiere di suo padre, dove trascorreva molto tempo. 

Decenni dopo, all’imputato fu diagnosticato un mesotelioma. Il talco in questione proveniva dalle miniere della Carolina del Nord e dell’Alabama, note per contenere amianto.

Antica spezia: Nel 2021, una giuria ha assegnato a un uomo californiano 4,8 milioni di dollari per il mesotelioma sviluppato dopo aver usato quotidianamente il talco Old Spice per 22 anni. L’uomo è un veterano e gli è stato diagnosticato un mesotelioma nel 2017. 

- Advertisement -spot_img

Numero verde ONA

spot_img

Chiedi assistenza gratuita