“Vaccini scegliere con coscienza”

Vaccini, assemblea pubblica per informare e discutere sulla libertà di scelta.

“Vaccini: scegliere con coscienza” è il titolo dell’assemblea pubblica organizzata dall’Associazione Riprendiamoci il Pianeta – Movimento Resistenza Umana il 25 febbraio, a Roma presso l’Hotel Portamaggiore.

L’incontro, con la presenza di diversi relatori, esponenti del mondo sanitario e legale,  è l’occasione per informare e sensibilizzare i presenti sul tema dei vaccini e della libertà di scelta in ambito terapeutico. Un tema fortemente dibattuto dalle varie realtà politiche e sociali, a seguito dell’introduzione della Legge 73 del 2017 (Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale), ovvero il decreto Lorenzin.

Tra i relatori della tavola rotonda Ezio Bonanni che, in qualità di Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, da tempo chiede il rispetto della Costituzione per la tutela dei diritti all’istruzione e alla libera scelta in campo terapeutico. Uno dei punti salienti della posizione assunta da Bonanni è la mancata possibilità di scelta dei genitori, senza rimettersi passivamente al decreto Lorenzin. La Legge 73/2017, infatti, impone l’obbligatorietà dei vaccini per l’iscrizione dei figli a scuola.

L’assenza di qualsiasi epidemia di carattere urgente e i principi costituzionali di libertà di determinarsi anche rispetto a cure mediche (art. 32 Costituzione) pone l’evidenza di evitare qualsiasi forma di obbligatorietà sanzionata, rispetto a un numero abnorme di vaccini. “L’obbligo ci può essere solo se è il medico a prescrivere i vaccini, privi di metalli pesanti ed additivi. Soprattutto va rispettato il rapporto medico-paziente e, quindi, l’obbligo di una prescrizione individuale dei vaccini in base alla condizione psico-fisico del paziente. In ogni caso non si può arrivare a comprimere il diritto alla libera istruzione”, ha affermato il Presidente Bonanni in precedenti interventi sulla tematica dei vaccini.

L’ONA non prende posizione in merito.

Inoltre, il Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto si è posto il problema sui “danni che i vaccini possono comunque provocare, per chi è ipersensibile, ovvero nel caso di reazioni per gli adiuvanti e conservanti. Tanto è vero che c’è un dato legislativo inoppugnabile costituito dalla legge 210/92, che fa esplicito riferimento e ha il titolo Indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni”.

VacciniTuttavia, l’ONA, attraverso i suoi rappresentanti, non vuole assumere alcuna posizione di contrarietà all’obbligo vaccinale, ma vuole porre l’attenzione sulla necessità di discutere altre tematiche rilevanti che condizionano la salute dei cittadini. Come l’esposizione all’amianto, la fibra killer presente nelle strutture scolastiche o ospedaliere, è la principale causa del mesotelioma. La battaglia legale dell’Avv. Bonanni sulla necessità di implementare la bonifica delle strutture è un percorso ancora ricco di ostacoli, che mira al riconoscimento dei mancati diritti ai malati di patologie asbesto correlate, vittime delle esposizioni ad amianto e i loro familiari.

La tavola rotonda dei relatori presenti alla conferenza è quindi l’occasione di presentare al pubblico partecipante un ampio quadro prospettico dei benefici e degli svantaggi della somministrazione dei vaccini.

Leave a Comment

Your email address will not be published.