17.9 C
Rome
mercoledì, Maggio 29, 2024

Amianto sulle Dolomiti, nell’ospedale di Lamon

Letto: 399 volte

Ultimi articoli

Amianto sulle Dolomiti. Le montagne che ci invidiano in tutto il mondo non sono state risparmiate dalla contaminazione dell’asbesto. Anche qui negli edifici costruiti prima del 1992 è possibile trovare materiali in amianto, come è accaduto per l’ospedale di Lamon.

Lamon, amianto trovato durante i lavori di ristrutturazione

Lamon è un piccolo paesino in provincia di Belluno. Durante i lavori di ristrutturazione del nosocomio cittadino, come scrive il corrierealpi.gelocal.it, gli operai hanno trovato l’amianto. È stato, così, necessario chiamare una ditta specializzata per un sopralluogo e un preventivo per la rimozione in totale sicurezza. Serviranno 342.795 euro in più per provvedere alla bonifica che è, comunque necessaria.

L’asbesto è altamente cancerogeno

Come spiega il presidente dell’Osservatorio nazionale amianto, l’avvocato Ezio Bonanni, ne: “Il libro bianco delle morti di amianto in Italia – ed. 2022”, rimuovere la fibra killer è l’unico modo per evitare altre vittime. L’amianto è, infatti, altamente cancerogeno.

I materiali sono più pericolosi con il tempo che passa, perché si deteriorano e le fibre si disperdono nell’aria. Considerando che il minerale è stato messo al bando in Italia nel 1992 e che sono passati più di 30 anni è difficile trovare materiali ancora in buono stato di conservazione.

Bonifica all’ospedale di Lamon, unica strada possibile

Lo smaltimento, quindi, è l’unica strada possibile per preservare la salute di tutti. Il costo della bonifica, come sottolinea spesso il presidente Ona, è sempre più basso rispetto a quello sanitario per far fronte alle malattie causate da una mancata rimozione.

Tra le patologie asbesto correlate quelle più gravi sono il mesotelioma e il tumore del polmone. Ma le fibre killer colpiscono anche la faringe, la laringe, il colon e le ovaie.

I lavori, però, assicurano gli addetti non subiranno ritardi. L’ospedale sarà dotato di 22 nuovi posti letto. Tutta la ristrutturazione, che ha comportato anche la demolizione dell’intero corpo C dell’edificio, costerà 5 milioni e 268mila euro ai quali si deve aggiungere l’Iva e il costo della bonifica.

- Advertisement -spot_img

Numero verde ONA

spot_img

Chiedi assistenza gratuita