Amianto in Emilia Romagna

Stadio Comunale San Giovanni in Marignano
Stadio Comunale San Giovanni in Marignano

I cittadini di San Giovanni in Marignano si rivolgono all’ONA.

L’Osservatorio Nazionale Amianto ormai da dieci anni assiste e tutela le vittime ed i familiari che sono stati esposti ad amianto. L’Associazione, tramite il suo numero verde gratuito 800 034 294, offre un supporto medico, legale, ma anche puramente informativo a tutti coloro che sono entrati a contatto con questa fibra killer. Ad oggi, solo in Italia, si contano 6000 decessi per patologie asbesto correlate.

Proprio per questo l’Osservatorio Nazionale Amianto insieme al suo presidente, l’Avv. Ezio Bonanni, continua a sostenere l’importanza della prevenzione primaria, come unica soluzione per contrastare le morti causate dall’asbesto. E’ necessario “Bonificare, bonificare e bonificare”, al fine di evitare esposizioni ad amianto, potente agente cancerogeno in grado di provocare mesotelioma, cancro polmonare e altri cancri alle vie respiratorie, al tratto gastrointestinali e alle ovaie.

«Per questo come associazione, avendo nella nostra mission la tutela dell’essere umano a 360° (ambiente, salute e diritti), riteniamo che si debba evitare il rischio di esposizione e quindi il rischio di subire danni alla salute e lesioni irreversibili di questo bene, dalla cui fruizione dipendono tutti gli altri» dichiara l’Avv. Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto.

L’Associazione, attiva in tutta Italia, ha ricevuto, nei giorni scorsi, una segnalazione da parte del Consigliere Comunale di San Giovanni in Marignano, Gilberto Pedini, circa la situazione in cui versa, ormai da diversi anni, lo Stadio Comunale del paese. Una copertura di eternit vecchia di decenni che ricopre le tribune dello Stadio. Tutti in paese sanno ma ad oggi, nulla risulta ancora stato fatto. Fatto sta che l’amianto, anche in bassissime dosi, può essere pericoloso per la salute umana. L’ONA già da tempo si sta interessando alla problematica amianto in Emilia Romagna.

«La situazione amianto in Emilia Romagna è molto preoccupante. Nessuno parla del rischio ambientale e per la salute anche del nostro paese, San Giovanni in Marignano, in provincia di Rimini. Sono seriamente preoccupato per la presenza di amianto, più volte segnalata, che ricopre la tettoia, oltre 350 mq, dello Stadio Comunale di S. Giovanni in Marignano, che può arrivare ad ospitare diverse centinaia di persone, frequentato quotidianamente da adulti e ragazzi che vengono qui ad allenarsi”, dichiara Gilberto Pedini, Consigliere Comunale di S. Giovanni in Marignano. La vicenda è arrivata a Gennaio 2017 in Consiglio Comunale dove, in risposta ad una nostra interrogazione, ci è stata fornita una “autocertificazione”: in pratica la regione Emilia Romagna consente ad un qualunque tecnico comunale senza competenze specifiche in tema ambientale di eseguire un sopralluogo e di fornire una valutazione del rischio. Il documento non è mai stato reso pubblico. Non risultano campionature o interventi dell’ Ausl locale per valutare rilasci di polveri. Quindi il pericolo c’è oppure no? È normale che una struttura pubblica goda di una legislazione ad hoc per rimandare per anni un controllo serio? », conclude Pedini.

I dati dell’Emilia Romagna:

Più di 150 nuove diagnosi di mesotelioma maligno in media l’anno, nel periodo 2011-2013:

– 133 nel 2014;

– 148 nel 2015;

– infine 113 nuovi casi nel 2016 (dato non definitivo).

I dati relativi al tumore causato dall’esposizione prolungata all’amianto arrivano direttamente dal Registro Mesoteliomi (ReM) dell’Emilia Romagna.

La necessità di una sorveglianza epidemiologica del mesotelioma maligno è stata sancita da una serie di atti della Regione Emilia-Romagna, che hanno portato alla Costituzione del Registro Mesoteliomi (ReM) regionale. Si tratta di un registro tumori specializzato nello studio dell’incidenza e dell’eziologia del mesotelioma maligno con sede all’Ausl di Reggio Emilia.

Al 31 Dicembre 2016, risultano archiviati 3.021 casi, tra cui 2.864 mesoteliomi maligni.

Per ulteriori informazioni visita il sito istituzionale dell’Osservatorio Nazionale Amianto dove è possibile consultare anche l’apposita sezione dello Sportello Nazionale Amianto, in alternativa puoi contattare il numero verde gratuito: 800 034 294.

Leave a Comment

Your email address will not be published.