Amianto: ancora vittime che si rivolgono allo sportello amianto dell’ONA di Massa. Apertura al pubblico domani, dalle ore 10 alle ore 12.

Continua l’attività dello sportello amianto di Massa, istituito dall’Osservatorio Nazionale Amianto, associazione rappresentativa dei lavoratori e cittadini esposti e vittime dell’amianto, in collaborazione con l’amministrazione comunale, sensibile alla problematica amianto, sollevata dai cittadini e dalle numerose vittime e familiari.

Già circa 50 famiglie si sono rivolte allo sportello amianto di ONA Onlus di Massa per l’assistenza medica e legale.

L’associazione, attraverso medici volontari e la collaborazione dell’Avv. Ezio Bonanni, presidente dell’Associazione, ha già evaso tutte le richieste di assistenza.

Per domani è prevista una nuova apertura al pubblico, dalle ore 10:00 alle ore 12:00, presso Villa Cuturi, viale A. Vespucci, 22 (Comune di Massa), 

Domani sarà possibile recarsi presso lo sportello sopra indicato, anche solo per avere indicazioni, chiarimenti e consigli, specialmente per i numerosi lavoratori esposti che, purtroppo, corrono il rischio di ammalarsi, fermo restando che in questo territorio c’è anche il rischio silicosi, che si somma alla problematica amianto.

Già più di 20 le nuove richieste di assistenza, che si sommano ai già 50 casi sottoposti all’attenzione dell’Avv. Ezio Bonanni e dei suoi collaboratori.

Il giorno 14.06.2017 sarà presente l’Avv. Natalia Giuliani, unitamente al Sig. Giannoni Gianfranco, lavoratore vittima dell’amianto, riconosciuto dall’INAIL, al quale l’INPS ancora nega il pensionamento, nonostante l’entrata in vigore dell’art. 1, comma 250, Legge 232/16, in base alla quale “i lavoratori che hanno contratto mesotelioma, tumore polmonare e asbestosi riconosciuti possono accedere al pensionamento anticipato, senza limiti di età e anzianità contributiva”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.