14.6 C
Rome
giovedì, Novembre 30, 2023

Amianto a scuola, 260 mila euro per bonificare i due licei storici di Roma

Letto: 137 volte

Ultimi articoli

Buone notizie per i genitori e gli alunni di due licei storici della capitale. Come promesso da Città Metropolitana, l’ente (ex Provincia) che ha la responsabilità dell’edilizia scolastica per quanto riguarda gli istituti superiori, entro la fine del 2023, il liceo scientifico “Augusto Righi” e il liceo classico “Torquato Tasso” verranno bonificati dall’amianto. L’amianto a scuola è un problema ancora molto presente all’interno degli istituti. Basti pensare che in Italia sono ancora 2400 le scuole contenenti questo materiale pericoloso.


Roma, via l’amianto a scuola da due licei

Sono più di 100 gli istituti nella capitale che contengono amianto e che devono essere bonificati. Questa è la volta di due licei storici, l’ “Augusto Righi” e il “Torquato Tasso”, al Pinciano. I due edifici condividono una parte della struttura, per poi affacciare su due strade parallele. È il 2022, quanto viene stilato un piano per rimuovere l’amianto nelle scuole di Roma e provincia. Per i lavori previsti si è stimato un investimento complessivo pari a circa 260.000 euro. Ma, non si può fare diversamente, visto che l’unica soluzione per sconfiggere l’amianto è la bonifica. Ricordiamo, infatti, che non vi è una quantità di esposizione al di sotto della quale si annullano i rischi per la salute.

L’ONA denuncia ancora gli studenti e il personale a rischio esposizione

Sono più di 10 anni che l’Ona – Osservatorio nazionale amianto dichiara che in Italia, sono più di di 2.400 le scuole contenenti amianto, con 352mila studenti e 50mila insegnanti a rischio esposizione. Si tratta di tutti coloro che hanno frequentato e lavorato presso gli edifici costruiti prima del 1992, vale a dire prima della messa al bando dell’asbesto, e non sottoposti a bonifica

L’avvocato Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, già nel 2012, ha presentato un report sui plessi scolastici e universitari a rischio. E, in questi ultimi anni, molto è stato fatto. L’ONA continua il suo impegno per far emergere le condizioni di rischio amianto nelle scuole e nelle università. I singoli cittadini possono segnalare e richiedere la messa in sicurezza di scuoleuniversità e di tutti gli edifici pubblici che presentano amianto nelle fondamenta, sui muri e sui tetti. 

Come segnalare la presenza di amianto nelle scuole

Gli stessi cittadini possono fare la differenza e segnalare la presenza di amianto nelle scuole. L’ONA è a disposizione della comunità per offrire assistenza a tutti coloro che sono e sono stati a rischio esposizione.

Come fare? Segnalando, anche in forma anonima, tutti i siti che contengono materiali di amianto, attraverso la piattaforma; ONA Guardia Nazionale Amianto. L’Osservatorio Nazionale Amianto assiste tutti i cittadini, genitori e alunni, docenti e studenti, che si trovano nelle condizioni di rischio amianto;per ottenerne la bonifica e la messa in sicurezza.

- Advertisement -spot_img

Numero verde ONA

spot_img

Chiedi assistenza gratuita