Alitalia: INPS condannata ai benefici amianto

INPS INPS

Beneficio amianto: prepensionamento e ricostituzione della posizione contributiva. Il periodo di esposizione ad amianto è rivalutato con il coefficiente 1,5. In questo modo, si accede al prepensionamento. Per chi è già in pensione, si riliquida la pensione con la maggiorazione dei ratei. Nuova vittoria dell’ONA e dell’Avv. Ezio Bonanni.

La Corte di Appello accoglie il prepensionamento del personale Alitalia

La Corte di Appello di Bari, Presidente Dott. Sebastiano L. Gentile, sconfessa il Tribunale di Trani, e condanna l’Inps ad accreditare le maggiorazioni contributive per esposizione ad amianto del dipendente Alitalia G.M., ai fini del prepensionamento. G.M., in quanto pilota Alitalia, è stato esposto ad amianto utilizzato nella componentistica degli aeromobili, dalle guarnizioni, alle coibentazioni, alla struttura, compreso il vano motore, così nei ferodi dei freni, etc., tanto da determinare un’elevata condizione di rischio da cui discende il superamento della soglia  delle 100 ff/ll, per una media giornaliera di 8 ore lavorative, per un periodo ultradecennale.

L’Avv. Ezio Bonanni: si al prepensionamento per il personale Alitalia

La pronuncia della Corte di Appello di Bari_ apre una nuova strada, un nuovo filone di pronunce di riconoscimento del prepensionamento per coloro che hanno lavorato in Alitalia anche come piloti, nonostante il Tribunale di Trani avesse inizialmente negato il diritto all’indennizzo contributivo e quindi al prepensionamento. In Puglia vi è un comportamento non condivisibile dell’inps che per i lavoratori esposti ad amianto, che per loro fortuna non si sono ancora ammalati, nega il diritto al prepensionamento e cioè l’applicazione dell’art. 13, comma 8 L. 257/92. Come Osservatorio Nazionale Amianto siamo operativi in Puglia ormai da 11 anni e i problemi sono sempre gli stessi: condizione di rischio, aumento delle patologie da amianto, difficoltà ad ottenere dall’inps e inail la tutela dei diritti dei lavoratori e dei familiari delle vittime, ecco perchè abbiamo intesificato la nostra attività in questa regione.“,

dichiara l’Avv. Ezio Bonanni, difensore del lavoratore, componente della Commissione Nazionale Amianto, istituita dal Ministero dell’Ambiente, e Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto

L’ONA ha diverse strutture operative, dalla sede provinciale ubicata in Latina, Via Cairoli n. 10, all’ambulatorio medico legale in Cisterna di Latina, diretto dal Dott. Arturo Cianciosi, per l’assistenza sanitaria gratuita, e con collaborazione del Prof. Luciano Mutti, oncologo di fama internazionale, e lo sportello amianto, anche on-line.

I servizi di assistenza ONA

L’Osservatorio Nazionale Amianto – ONA Onlus  e l’Avv. Ezio Bonanni tutelano i diritti di tutti i cittadini e lavoratori esposti e vittime dell’amianto e altri cancerogeni. L’associazione con il pool di tecnici, assiste i cittadini per la bonifica e messa in sicurezza dei siti contaminati (prevenzione primaria). In caso di esposizioni ad asbesto ed altri cancerogeni, si può chiedere il servizio di assistenza medica gratuita (prevenzione secondaria). L’ONA guida la ricerca scientifica in materia di mesotelioma ed altre patologie asbesto-correlate. Fermo il ruolo della prevenzione primaria, la diagnosi precoce, e le terapie più tempestive, assicurano maggiori chance di guarigione, ovvero di maggiore sopravvivenza a migliori condizioni di salute. L’ONA guida anche il pool di legali, per la tutela di tutti i diritti delle vittime di malattia professionale, tra cui quelle asbesto correlate, per il prepensionamento e l’adeguamento dei ratei pensionistici, con i c.d. benefici contributivi per esposizione ad amianto. Anche i lavoratori che sono ancora privi di malattia, hanno diritto ai benefici contributivi per esposizione ad amianto. In caso di insorgenza di malattia professionale, l’ONA avvia il percorso INAIL per l’indennizzo e/o la rendita. In caso di servizio reso nelle Forze Armate, ovvero in esposizione ad amianto ed altri cancerogeni, nel rapporto di pubblico impiego non privatizzato, la struttura medico legale dell’ONA avvia le domande amministrative di riconoscimento di causa di servizio e quelle di vittima del dovere. Tutte le vittime e i loro famigliari hanno diritto al risarcimento di tutti i danni. In caso di decesso, le somme sono liquidate ai famigliari, loro eredi legittimi.

banner assistenza ona

L’approfondimento e la guida per i benefici amianto

Non è la prima volta che l’ONA e l’avv. Ezio Bonanni si imbattono in un procedimento riguardante lavoratori Alitalia. La notizia di oggi è preceduta infatti da un’altra vittoria, di cui potete leggere tutto proprio qui.

L’Avv. Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, guida un pool di legali per la consulenza gratuita. Tutti i lavoratori esposti ad asbesto, che è sinonimo di amianto, possono rivolgersi all’ONA per la consulenza gratuita (sportello amianto ONA online). Con lo strumento della consulenza gratuita, potrai acquisire tutte le informazioni utili per ottenere le maggiorazioni contributive per esposizione ad amianto utili per il prepensionamento. Coloro che sono già in pensione, possono ottenere la ricostituzione della posizione contributiva, con il coefficiente 1,5, e, quindi, la riliquidazione delle prestazioni pensionistiche. I ratei di pensione saranno, così, adeguati, tenendo conto del moltiplicatore del valore della contribuzione con il coefficiente 1,5.

RICHIEDI ASSISTENZA GRATUITA