27 C
Rome
venerdì, Agosto 12, 2022

Acqua e reni: attiviamo questo elemento con la MTC

Letto: 264 volte

Ultimi articoli

Secondo la MTC, quando l’elemento acqua è “perturbato”, possiamo risentirne a livello “energetico”

Importanza dell’elemento acqua a livello biologico

Acqua. È un elemento indispensabile per la vita e rappresenta uno dei bisogni fondamentali dell’uomo. Potremmo resistere senza mangiare per trenta giorni, ma senza bere non potremmo sopravvivere più di tre giorni.

Il nostro corpo è composto per il 70% da acqua e già al momento della nascita, il peso corporeo del neonato ne costituisce il 75%.

Essa è necessaria per :

  • La digestione;
  • Trasportare sostanze nutritive, enzimi e ormoni in tutto il corpo;
  • Eliminare i prodotti di scarto attraverso i reni, i polmoni, la cute; 
  • Regolare la temperatura del corpo (evaporazione attraverso l’epidermide); 
  • Mantenere l’equilibrio acido-base dell’organismo;
  • La formazione del liquido oculare, sinoviale, cerebro-spinale, amniotico, succhi gastrici, sistema urinario e respiratorio quando entra in circolo.

Acqua: fonte di vita per gli antichi 

Fin dall’antichità, l’acqua è stata considerata la “fonte originaria della vita”.

Essa rappresenta tutto ciò che è legato alle emozioni, racchiude in sé il principio femminile e ha la capacità di assumere qualsiasi forma, grazie alla sua adattabilità.

Gli Egizi la veneravano, dato che la fertilità delle loro terre era strettamente legata alle acque del Nilo.

Inoltre le attribuivano una capacità generatrice: era il principio di tutte le cose.

Anche la Bibbia è piena di riferimenti simbolici legati a questo elemento.

Basti pensare a Mosè salvato dalle acque. Nella storia, la moglie del faraone, non trovò il neonato nelle acque della sua fonte, ma in quelle del Nilo, fiume che rappresentava la fonte di vita da cui sarebbe nata la cultura egizia.

Per la cultura ebraica e non solo, l’utilizzo dell’acqua come agente di purificazione fa parte della ritualità quotidiana.

Dulcis in fundo, per la Medicina Tradizionale Cinese (MTC), l’acqua ha una sua “anima divina”. Se questa divinità è “perturbata” possiamo persino ammalarci. 

La Teoria dei Cinque Elementi della MTC 

La Medicina Tradizionale Cinese si basa sulla circolazione di una “energia vitale” chiamata Qi, che scorre nell’organismo in sottili canali, noti in occidente come “meridiani”.

Questa potentissima energia si manifesta, sia nell’Universo sia nel corpo, attraverso la perfetta sintesi di Yin, (energia fredda, contraente, femminile), e Yang (energia calda, espandente, maschile).

Due forze che hanno quale obiettivo finale, l’armonia del tutto.

L’essere umano, che secondo la visione della MTC è il prodotto del Cielo e della Terra, si serve dei Cinque Elementi per alimentare la vita e la salute del proprio organismo. Essi sono:

  • Yin nello yin (Acqua – inverno);
  • Yang nello yang (Fuoco estate);
  • Yang nello yin (Legno – primavera);
  • Yin nello yang (Metallo – autunno)
  • La Terra viene associata alla fine dell’estate e corrisponde all’elemento centrale.

Perché è importante la Teoria

La Teoria dei Cinque Elementi, ha portato in occidente il concetto secondo cui il nostro benessere dipende dall’armonia tra le differenti energie che scorrono in noi. 

Un altro concetto che questa teoria ci riporta è quello relativo alla corrispondenza tra macrocosmo e microcosmo: le stagioni si alternano e così gli stati dell‘Essere.

Correlazioni dell’acqua 

A seguire, elenchiamo le correlazioni di questo straordinario elemento:

Organo Yin: Reni, ghiandole surrenali

Organo Yang: Vescica urinaria 

Emozioni: Paura

Spirito: Zhi (Potenza di volontà)

Stagione: Inverno

Colore: Nero/blu

Sapore: Salato

Organi di senso: Orecchie

Tessuti: Ossa

Virtù: Forza, coraggio e saggezza

Il sistema endocrino

I denti

I capelli

Reni e apparato urinario

Per la MTC, l’elemento acqua rappresenta reni e ghiandole surrenali, organi che racchiudono l’energia primaria, l’essenza vitale, chiamata Jing .

Allo stesso modo, svolgono un ruolo importante nella regolazione dei fluidi. 

I reni accendono tutti i processi e le funzioni all’interno dell’intero corpo, mente e spirito. Forniscono l’energia e la forza di volontà, necessarie per superare gli ostacoli e raggiungere gli obiettivi della nostra anima.

Funzionalità dell’elemento acqua

Quando l’elemento acqua è perturbato,

si possono ammalare:

  1. Reni, ghiandole surrenali e organi deputati alla regolamentazione dell’urina;
  • I segni emotivi di squilibrio, legati al “trattenere acqua“, sono: rancore e gelosia, paura e ansia;
  • Ma anche: distrazione, distacco, esaurimento nervoso, riacutizzazioni autoimmuni, motivazione molto bassa;
  • A livello osseo invece si possono riscontrare: articolazioni rigide, mal di schiena, ginocchia deboli, dolori alla parte bassa della schiena. Questo perché il rene è correlato alle ossa, alle articolazioni e al midollo;
  • Tinnito, ronzio nelle orecchie mentre il rene si apre all’orecchio;
  • Freddo dovuto alla mancanza di Rene Yang;
  • Vampate di calore, palmi delle mani e piedi caldi a causa della mancanza di Yin renale;
  • Invecchiamento prematuro dovuto alla mancanza di essenza renale (Jing), presenza di capelli grigi e rughe precoci;
  • Fertilità e problemi mestruali;
  • Minzione frequente; 
  • Problemi legati all’udito;
  • Problemi legati alla crescita e allo sviluppo

Come attivare l’elemento “acqua” con l’agopuntura

Per attingere alle riserve di energia dei reni, l’agopuntura si concentra lungo i loro meridiani. Si inizia nella parte inferiore del piede e sale all’interno della gamba fino al bacino, all’addome basso e termina al petto.

La vescica urinaria, serbatoio in cui confluiscono le acque del corpo, ha i meridiani di agopuntura più lunghi di tutto il corpo.

Essi partono dagli occhi, poi il canale viaggia sopra la testa fino alla parte posteriore del collo; lungo i lati della colonna vertebrale fino all’osso sacro, fino alla parte posteriore delle ginocchia, lungo i polpacci, fino alle caviglie, terminando all’esterno dell’alluce. 

Altri consigli utili per bilanciare l’elemento acqua

Oltre all’agopuntura, per distribuire armonicamente l’elemento acqua possiamo:

Praticare alcune sequenze fluide come lo Yoga e il Tai Chi;

Terapia al Moxibustione: il calore profondo che  deriva dall’erba di artemisia è utile soprattutto per la carenza di Yang del rene che causa freddo;

Pediluvio allo zenzero: attiva il meridiano del rene sul piede per sviluppare la funzione energetica del rene;

Mantenere un adeguato equilibrio tra attività e riposo è fondamentale per la salute dell’elemento acqua;

Alimentazione: concentrarsi sugli alimenti che condividono le qualità dell’elemento acqua (colori sono scuri, gusto salato, contenuto idratante e nutriente). Ben vengano dunque: noci, semi, legumi, crostacei, pesci d’acqua salata, alghe, bacche di colore scuro, ortaggi a radice, cereali integrali, aglio, zenzero e cardamomo;

Le erbe adattogene rafforzano i reni e le ghiandole surrenali, aumentano l’immunità, sollevano la depressione, alleviano l’ansia e aiutano il corpo ad adattarsi allo stress. Il basilico santo, l’ashwaghanda, l’astragalo, la paglia d’avena e la rodiola sono erbe che possono essere assunte quotidianamente come integratori o tè;

Gli oli essenziali come geranio, ylang ylang, gelsomino e basilico possono essere utilizzati in un diffusore per rafforzare l’elemento acqua. Il basilico è usato nelle miscele per stanchezza, depressione, concentrazione e memoria.

Quale acqua scegliere

L’acqua dovrebbe essere il più possibile pura e viva. Meglio dunque scegliere acque di sorgente che originano da una falda, magari d’alta quota o da un giacimento sotterraneo. 

L’acqua di sorgente, non clorata è un’acqua dinamizzata, ovvero in grado di vitalizzare le cellule dell’organismo e di fornire giovamento alla nostra flora batterica. 

Per quanto riguarda l’acquisto di acque in bottiglia, meglio scegliere la confezione in vetro, e preferite  sorgenti che sgorgano in montagna. 

Non è consigliabile il consumo di acqua del rubinetto in quanto, oltre a contenere cloro, scorre in tubature che potrebbero non essere così sicure visto il probabile contenuto di piombo, ruggine e altri metalli, incluso l’amianto, che possono nuocere alla salute.

Fonti

Tartaglione G., Ripartiamo dal cibo, Aracne editrice, Canterano (RM), 2019

L’Huang Di Nei Jing (“Il classico interiore dell’imperatore giallo”)

Hicks, Angela. “Acupuntura costituzionale a cinque elementi”. (2004).

Swanberg, Sarah (L.Ac.). “Una guida per il paziente all’agopuntura: tutto ciò che devi sapere”

“La stagione dell’inverno”.

- Advertisement -spot_img

Numero verde ONA

spot_img

Chiedi assistenza gratuita