Piombino, amianto: una strage. Assemblea pubblica del 9.04.2017

0

Domenica 09.04.2017 ore 10.00 – Comune di Piombino, Via Ferruccio Francesco n. 4, Saletta Rossa.

L’Osservatorio Nazionale Amianto segnala che la città di Piombino è l’epicentro di un fenomeno epidemico di patologie asbesto correlate, dovute ad esposizione professionale a polveri e fibre di amianto, nell’acciaieria ex Italsider, nell’attività mineraria e nel settore del trasporto marittimo (isola d’Elba).

I numeri del mesotelioma riferiti alla provincia di Livorno e che comprendono anche i casi di Piombino (e di Rosignano), sono allarmanti: 441, pari al 23,8% del numero complessivo dei casi della Toscana a fronte di una popolazione di circa 160.000 abitanti, che rappresenta circa il 4%.

Il mesotelioma però è solo la punta dell’iceberg, in quanto l’amianto provoca le seguenti patologie:

– quelle fibrotiche (asbestosi, placche pleuriche e ispessimenti pleurici, con complicazioni cardiovascolari e cardiocircolatorie);

– quelle tumorali:

– mesotelioma;

– tumore polmonare;

– tumore alla laringe e all’ovaio recentemente inseriti nella Lista 1 dell’INAIL;

– altri tumori del tratto gastrointestinale (faringe, stomaco e colon).

L’Osservatorio Nazionale Amianto sta censendo tutti i dati relativi alle patologie asbesto correlate nella città di Piombino attraverso la sua piattaforma digitale REPAC ONA (http://onanotiziarioamianto.it/wp/ona/chi-siamo-repac/), strumento che permette di avere un quadro complessivo completo riferito a tutte le patologie asbesto correlate e non già circoscritto ai soli casi di mesotelioma che sono gli unici censiti dal sistema pubblico.

L’Osservatorio Nazionale Amianto, aggiunge all’assistenza on-line anche quella sul territorio, con l’istituzione di una nuova sede territoriale in Piombino, Via San Francesco n. 67.

In questo modo gli associati e tutti coloro che ne avranno la necessità, potranno rivolgersi ai volontari dell’associazione presenti numerosi nella città e nell’intero territorio, ed ottenere assistenza anche medica e legale.

I volontari sono guidati dal Sig. Luciano Bellucci e dalla Sig.ra Antonella Franchi e avranno il supporto dell’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’associazione.

L’Osservatorio Nazionale Amianto, Dipartimento di medicina del lavoro, ha già istruito un certo numero di domande amministrative per lavoratori esposti professionalmente a polveri e fibre di amianto, che avevano contratto, tra l’altro, asbestosi, ispessimenti pleurici e placche pleuriche, il segno che ci sono state, anche nei tempi più recenti, delle esposizioni di una certa intensità.

«L’Osservatorio Nazionale Amianto ha già chiesto, chiede e chiederà, che tutti i lavoratori dell’acciaieria ex Italsider ottengano il riconoscimento dei benefici contributivi per esposizione ad amianto fino al 02.10.2003, senza distinzioni di reparti e mansioni, così come stabilito dall’art. 1, commi 20, 21 e 22, della L. 247/07.

L’ONA lamenta la non uniformità nella concessione dei benefici contributivi ai fini del prepensionamento e un coefficiente ridotto all’1,25, mentre invece questa norma aveva tra le sue finalità quella di permettere il prepensionamento; e torna a chiedere che detta norma si applichi anche ai lavoratori delle ditte dell’indotto e dei servizi esternalizzati; o tuttalpiù che il coefficiente 1,5, utile per il prepensionamento sia riconosciuto sulla base dell’art. 1, co. 115, L. 190/2014.

L’Osservatorio Nazionale Amianto, in data 05.04.2017, ha chiesto al Ministro del Lavoro, Dott. Giuliano Poletti, e al Presidente dell’INPS Prof. Tito Boeri di voler armonizzare i provvedimenti pensionistici sulla base degli atti di indirizzo ministeriale e di quanto stabilito dalle già citate norme di legge, dovendo lamentare invece un’applicazione non uniforme e puntuale di tali norme di legge» dichiara l’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto.

Nel caso di mancato riscontro, l’associazione proseguirà il suo impegno in sede amministrativa e giudiziaria.

L’Osservatorio Nazionale Amianto ha chiesto anche al Sindaco di Piombino, Dott. Massimo Giuliani, e al Presidente della Regione Toscana, Dott. Enrico Rossi, si facciano portatori delle ulteriori iniziative dovendo riscontrare già l’accoglimento della richiesta dell’ONA di una più capillare attività di sorveglianza sanitaria, dopo che è stata già notificata una diffida alla Azienda Toscana Nord-Ovest ex USL 6 Livorno, e si profila la prima azione innanzi il Tribunale Civile di Piombino.

 

Il programma dei lavori:

– 09.04.2017 ore 10.00, Piombino, Via Ferruccio Francesco n. 4, Saletta Rossa del Comune.

Conferenza stampa:

  • per rendere pubblici i dati epidemiologici relativi a tutte le patologie asbesto correlate (e non solo ai casi di mesotelioma);
  • sul numero di riconoscimenti delle malattie professionali e benefici contributivi per esposizione ad amianto, anche in seguito all’intervento dei Dipartimenti ONA;
  • richiesta all’INPS di applicazione uniforme delle norme in materia di benefici contributivi con estensione a tutti i lavoratori dell’ex Italsider e dell’indotto del riconoscimento fino al 02.10.2003, con il coefficiente 1,5;
  • richiesta all’INPS di applicazione dell’art. 1, co. 250, della L. 232/16 con immediato prepensionamento in favore di tutti i lavoratori riconosciuti affetti da mesotelioma, tumore polmonare e asbestosi;
  • richiesta di incontro con il Presidente dell’INPS, Prof. Tito Boeri, e con il Ministro del lavoro Dott. Giuliano Poletti, perché le linee guida, di cui all’atto di indirizzo ministeriale per il riconoscimento dei benefici amianto con il coefficiente 1,5, per tutti i lavoratori dell’ex Italsider e delle società dell’indotto trovino applicazione.

 

Convegno/assemblea pubblica

 

Amianto: prepensionamento e risarcimento danni

Relatori:

Avv. Ezio Bonanni, Presidente Osservatorio Nazionale Amianto – ONA ONLUS

Sig. Nigro Mario, Sindacalista FIM-CISL Piombino

Sig. Bellucci Luciano, Coordinamento ONA Piombino

Sig.ra Franchi Antonella, Coordinamento Nazionale ONA

Avv. Tommaso Confortini, Ufficio Legale ONA

Avv. Alfonso Papa, Ufficio Legale ONA

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here