Ex Buffetti – Roma: ok per la bonifica dell’amianto.
Lo annuncia il Capo di Gabinetto.

0
Ex Buffetti Amianto
Ex fabbrica Buffetti, Via di Villa Bonelli
Ex Buffetti Amianto
Ex fabbrica Buffetti, Via di Villa Bonelli

Ex Tipografia Buffetti. Roma, Quartiere Magliana, Via di Villa Bonelli. La fabbrica della morte per la presenza dell’amianto. Alla sua chiusura, ne erano sopravvissuti i ruderi costituiti da un enorme capannone, che cadeva e cade a pezzi, con due incendi recenti (22.05.2017 e 11.08.2017). Il Comitato ONA Esposti Amianto ex Buffetti ha ottenuto dal Tribunale di Roma l’accertamento della condizione di rischio, così come richiesto dall’Avv. Ezio Bonanni. Soltanto ora, a distanza di diversi anni dalla chiusura, c’è il via libera del Sindaco Raggi alla bonifica amianto.

Plaude l’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto: “Finalmente è stata accolta la nostra richiesta di bonificare i materiali di amianto presenti nello stabilimento ex Buffetti di Magliana in Roma. Quel territorio vede la presenza anche di altri siti con amianto. E’ necessario un programma di messa in sicurezza, rispetto al rischio amianto. L’Osservatorio Nazionale Amianto che ha ottenuto diverse sentenze di prepensionamento dei lavoratori esposti ad amianto nel sito ex Buffetti, chiede che ora coloro che non hanno ancora ottenuto il prepensionamento ricevano l’accredito delle maggiorazioni contributive, utili anche per aumentare i ratei pensionistici, oltre che per il prepensionamento. Il percorso è ancora arduo nella città di Roma, perché ci sono ancora scuole, ospedali, edifici pubblici e siti con amianto, che debbono essere bonificati e messi in sicurezza al più presto”.

L’amianto fu utilizzato nello stabilimento ex Buffetti, nei reparti: Litografia, Allestimento, Fotoincisione, Magazzino e Uffici (è noto l’utilizzo dell’amianto anche nell’attività di stamperia, per le sue capacità ignifughe, ed altresì utilizzato anche come patina sulla carta, per evitare che prendesse fuoco), oltre che nelle coperture. Ma non solo: proprio accanto al muro dell’edificio vi è una farmacia, alcune attività commerciali e non molto distante una scuola.

Continua l’impegno dell’Osservatorio Nazionale Amianto nella città di Roma

L’Osservatorio Nazionale Amianto ha la sua sede principale nella città di Roma (Via Crescenzio n. 2, Sc. B, int. 3), e sono ormai 9 anni che costituisce il punto di riferimento di tutti i cittadini della Capitale alle prese con il problema amianto, che, purtroppo, riguarda prima di tutto le scuole, dagli asili nido fino agli istituti superiori, agli ospedali, dalle installazioni militari (si pensi alla ex Caserma del Trullo), fino a stabilimenti industriali nel cuore della città (si pensi al quartiere della Magliana, entro il Raccordo Anulare, oppure ai quartieri del Tiburtino e del Casilino, etc.).

Polveri e fibre di amianto che si aerodisperdono nell’ambiente, e vengono inalate da ignari lavoratori e cittadini, studenti e insegnanti, militari e civili, che purtroppo svilupperanno cancro e mesoteliomi, tumori polmonari, alla laringe, faringe, esofago, fegato, colon e perfino all’ovaio e per non parlare dell’asbestosi, placche pleuriche ed ispessimenti pleurici e le complicazioni cardio-vascolari), con un inaccettabile prezzo di vite umane, e peso sociale e di bilancio (si pensi alle spese sanitarie e di previdenza e assistenza sociale).

La bonifica dell’amianto non basta: necessari i controlli sanitari e il risarcimento dei danni.

Lo scorso 6 novembre 2017, l’Osservatorio Nazionale Amianto, con l’Avv. Ezio Bonanni e con l’esperto fiscalista Dott. Nicola Forte, hanno presentato la proposta di legge, per concedere un credito di imposta a coloro che bonificano amianto e per coloro che effettuano delle donazioni liberali per la bonifica delle scuole e degli ospedali.

E’ necessario però che lavoratori e cittadini esposti all’amianto siano sottoposti a controlli sanitari periodici, e coloro che si ammalino di patologie legate all’amianto vengano risarciti e indennizzati.

Il servizio di assistenza medica e legale.

L’Osservatorio Nazionale Amianto denuncia la presenza di amianto e suggerisce come affrontare e risolvere il problema amianto. Si preoccupa, però, anche di coloro che sono stati esposti a polveri e fibre di amianto e che hanno necessità di chiarimenti e di assistenza medica e legale. L’Osservatorio Nazionale Amianto ha a disposizione un pool di medici e legali a disposizione dei cittadini per offrire assistenza e supporto.

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here