Dipartimento Bonifica e Decontaminazione Amianto.
Rivolgiti all’Osservatorio Nazionale Amianto per ottenere assistenza gratuita.

0
Decontaminazione amianto

Decontaminazione amiantoL’Osservatorio Nazionale Amianto ha costituito una serie di dipartimenti, per poter fornire delle consulenze gratuite.

L’Associazione continua a crescere e a migliorare i servizi offerti alla popolazione, cittadini e lavoratori esposti ad amianto e per i loro familiari.

Una nuova veste è stata assunta dal Dipartimento “Bonifica e Decontaminazione”, con tutte le informazioni generali su incentivi e bonus fiscali. E’ attraverso la bonifica e la  decontaminazione amianto e dagli altri cancerogeni e agenti tossico-nocivi che si tutelano ambiente e salute (art. 32 della Costituzione), evitando l’insorgere di neoplasie e altre patologie invalidanti e, in molti casi, purtroppo, mortali.

L’Osservatorio Nazionale Amianto, per poter agevolare le bonifiche, ha elaborato una serie di iniziative, tra cui la mappatura con la collaborazione dei cittadini, con la Guardia Nazionale Amianto in modo che siano segnalati i siti contaminati; i bonus fiscali alle imprese e alle famiglie, senza limiti e con detrazione fiscale completa delle somme spese per la bonifica e decontaminazione dei luoghi di lavoro (per le imprese) e delle abitazioni (per i privati cittadini), come verrà illustrato nel proseguo e la stipula di convenzioni per ridurre le spese di bonifica e decontaminazione.

L’Osservatorio Nazionale Amianto Ona Onlus e il suo Presidente, Avv. Ezio Bonanni, hanno chiarito che il problema amianto può essere affrontato e risolto attraverso:

  • la prevenzione primaria (totale bonifica e decontaminazione dell’amianto)
  • la prevenzione secondaria (diagnosi precoce e cura tempestiva delle patologie asbesto correlate, in uno con la ricerca scientifica)
  • la prevenzione terziaria  (prestazioni previdenziali ed assistenziali e risarcimento danni; punizione dei colpevoli di crimini ambientali, anche quale elemento di dissuasione e rilevazioni epidemiologiche, in grado di fare emergere le concrete condizioni di rischio).

 

Attraverso la creazione della piattaforma web (ONA GUARDIA NAZIONALE AMIANTO), è possibile collaborare con l’associazione, segnalare i siti con sospetta presenza di amianto e contribuire a risolvere il problema  amianto attraverso le bonifiche e la decontaminazione.

Grazie alla realizzazione di una mappatura completa dei siti con presenza di amianto si avrà la reale fotografia del problema che potrà essere finalmente affrontato e risolto anche con i progetti innovativi e complessi che saranno elaborati dal Dipartimento Pianificazione e Sviluppo del Territorio.

Il fatto stesso che in Italia ci siano ancora 32milioni di tonnellate di materiali contenenti amianto, cui si aggiungono altri 8milioni di tonnellate di amianto friabile (con un totale di 40 milioni di tonnellate di materiale con amianto) determina nuove esposizioni, e purtroppo, nel futuro, il perdurare della epidemia di patologie asbesto correlate.

Solo evitando tutte le future esposizioni, e sottoponendo a sorveglianza sanitaria tutti coloro che sono stati esposti alle fibre di amianto, in modo da ottenere la diagnosi precoce, e con essa le cure più tempestive, e con il loro prepensionamento (che evita future esposizioni ed ulteriori condizioni di rischio) si può pensare di poter arrestare l’epidemia di patologia asbesto correlate che continua a seminare di lutti e tragedie.

Rivolgiti all’Osservatorio Nazionale Amianto all’indirizzo osservatorioamianto@gmail.com per ricevere assistenza gratuita per la bonifica e decontaminazione e per un parere legale che verrà fornito dal pool di avvocati che collaborano con il Dipartimento Bonifica e Decontaminazione dell’amianto.

Per saperne di più visita il sito istituzionale alla pagina https://www.osservatorioamianto.com/dipartimenti/bonifica-e-decontaminazione/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here