Campania: amianto nel terzo millennio “Bonifica, cura e risarcimento”.
L’appuntamento è a Volla, venerdì 27 ottobre alle ore 17:00.

0
Campania

CampaniaAmianto in Campania: 4.300.000 tonnellate di amianto e di materiali contenenti amianto. 600 decessi solo nel 2016 per patologie asbesto correlate (100 per mesotelioma; 200 per tumore polmonare e 300 per altre patologie). Migliaia di nuovi malati, e decine di migliaia di decessi per altri agenti cancerogeni. Questa la Shoah silenziosa del popolo campano, mentre tutto tace.

L’Osservatorio Nazionale Amianto sarà presente il prossimo venerdì 27 ottobre a Volla, alle ore 17.00, c/o Foyer Galleria Commerciale Sedicicasa – Via Caduti di Nassirya

Al convegno interverranno in qualità di relatori:

  • Avv. Ezio Bonanni, Presidente Nazionale ONA
  • Dott.ssa Antonietta Costantini, Direttore Generale ASL NA 3 Sud
  • Dott. Gennaro Del Franco, Direttore Dipartimento Prevenzione ASL NA 3 Sud
  • Dott. Alfonso Cirillo, Resp. Serv. Igiene e Medicina del Lavoro ASL NA 3 Sud
  • Dott. Pasquale Patriciello, Direttore U.O.C. Pneumologia, Ospedali Riuniti Area Nolana
  • Dott. Sabato Esposito, Direttore U.O.C. Radiologia, Ospedali Riuniti Area Nolana
  • Dott. Ennio Savino, Primario Medico Legale INAIL Castellammare-Nola
  • Dott. Attilio Orio, Direttore Sede Territoriale INAIL Castellammare-Nola
  • Dott. Giuseppe Visone, Sostituto Procuratore – Procura di Napoli
  • Dott. Raffaele Topo, Presidente Commissione Sanità – Regione Campania
  • Dott. Angelo Guadagno, Coordinatore e Moderatore, Presidente ONA Volla

L’Osservatorio Nazionale Amianto sottolinea la necessità di affrontare la problematica ambientale in relazione a tutti i rischi, che non si riducono al solo amianto, a partire dai dell’ex Sacelit, fino ai cantieri navali di Castellammare, e a tutti gli altri siti in cui si è usato amianto, con conseguenti danni alla salute dei lavoratori, dei cittadini e dei loro familiari, e lesioni irreversibili dell’ambiente.

‘L’Osservatorio Nazionale Amianto terrà questa ulteriore iniziativa proprio nella città di Volla per continuare a denunciare il silenzio e l’immobilismo delle istituzioni, rispetto alla condizione di rischio lavorativo e ambientale per amianto e altri agenti patogeni e cancerogeni. Chiediamo la sorveglianza sanitaria ai lavoratori ex esposti e counseling alla popolazione e i riconoscimenti previdenziali, rendite INAIL e prepensionamenti. Ringraziamo l’INAIL e anche la ASL di Napoli 3 Sud e gli Ospedali Riuniti Area Nolana, e il Presidente della Commissione Sanità della Regione Campania e il Sostituto Procuratore della Repubblica di Napoli, Dott. Giuseppe Visone, per la sua partecipazione a questo importante convegno e ci auguriamo che costituisca un ulteriore momento di approfondimento per perseguire la prevenzione primaria, secondaria e terziaria’ – dichiara l’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here