Guardia Nazionale Amianto


 

L’Osservatorio Nazionale Amianto – ONA Onlus -, presieduto dall’Avv. Ezio Bonanni, ha sede in Roma (Via Crescenzio, 2, scala B, int. 3) e in tutte le regioni d’Italia.

In Italia ci sono ancora 40mln di tonnellate di materiali contenenti amianto, a 25 anni dall’entrata in vigore della Legge 257/1992 (Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto).

La bonifica è indispensabile, così da evitare ogni forma di esposizione e battere definitivamente le patologie da amianto, che provocano ogni anno più di 6.000 decessi solo nel nostro Paese.

La bonifica è indispensabile, così da evitare ogni forma di esposizione e battere definitivamente le patologie da amianto, che provocano ogni anno più di 6.000 decessi solo nel nostro Paese.

Questo è l’unico strumento effettivo ed efficace di tutela (prevenzione primaria) rispetto a quella secondaria (costituita dalla diagnosi precoce e terapia) e quella terziaria (indennizzo e risarcimento dei danni e punizione di coloro che pongono in essere comportamenti dannosi e pericolosi per la salute umana e per l’ambiente).


Attraverso questa piattaforma digitale sono già giunte circa 2.000 segnalazioni di siti contaminati con amianto, tra cui scuole ed altri edifici pubblici, centinaia dei quali già oggetto di bonifica.

L’associazione fornisce assistenza tecnica a tutti quei cittadini che, avendo degli immobili con materiali di amianto, intendono effettuare la bonifica e a tutti coloro che chiedono assistenza medica e legale, per esposizione e/o danni da amianto.

Per collaborare con l’Osservatorio Nazionale Amianto – Dipartimento Guardia Nazionale Amianto, oppure per fare delle segnalazioni e richiedere assistenza, è sufficiente inoltrare un’email all’indirizzo:

osservatorioamianto@gmail.com

Questa piattaforma digitale (Amianto Guardia Nazionale ONA) è quindi uno strumento indispensabile perché permette la sintesi dei dati già in possesso e l’acquisizione di ulteriori elementi, anche grazie alle segnalazioni, pure in forma anonima, cui possono contribuire tutti i cittadini.

La segnalazione avverrà attraverso due distinti metodi di “denuncia”:

  • Tramite la pagina SEGNALA il cittadino avrà la possibilità di descrivere il punto in maniera completamente anonima. La segnalazione sarà presa in carico dagli amministratori della piattaforma per iniziare la procedura di analisi ed eventualmente di inertizzazione del punto stesso.

  • Registrandosi alla piattaforma utilizzando il link Registrati nel modulo in fondo a questa pagina o inserendo le proprie credenziali ed effettuando il Log in. In questo modo l’utente potrà monitorare l’evoluzione degli interventi sui siti da lui definiti.

La Mappa Interattiva è consultabile alla voce “Siti Monitorati” presente in questa piattaforma.

È possibile effettuare una ricerca per tipologia o parole chiave tramite filtro, e si può richiedere l’assistenza dell’associazione, inoltrando un’email all’indirizzo

osservatorioamianto@gmail.com

oppure chiamando il numero verde gratuito: 800 034 294

 


Riferimenti utili

Il Presidente dell’ONA: Avv. Ezio Bonanni

Le fibre di amianto inalate ed ingerite provocano le patologie asbesto correlate. Solo con la bonifica è possibile evitare le future esposizioni e conseguentemente le future patologie e i numerosi decessi che costituiscono una vera e propria strage di lavoratori e cittadini.

Continua

Chiama al numero 0773/663593 e accedi a tutti i nostri servizi.

S.O.S. Rischio amianto – Bonifica e messa in sicurezza

Amianto / asbesto: killer per l’uomo e per l’ambiente. L’inalazione e l’ingestione delle fibre possono provocare placche pleuriche, ispessimenti pleurici e asbestosi e neoplasie tra le quali mesotelioma, cancro al polmone, alla laringe, alla faringe, all’esofago, al fegato, al colon, all’ovaio, con periodi di latenza che possono raggiungere i 50 anni.

Non c’è una soglia al di sotto della quale il rischio si annulli, per cui anche esposizioni minime possono rivelarsi letali, specialmente in chi è predisposto, con sinergia con gli altri cancerogeni.
Poiché più del 90% delle neoplasie sono provocate da esposizioni a cancerogeni negli ambienti lavorativi e di vita, solo con la prevenzione primaria è possibile battere definitivamente le patologie asbesto correlate e le neoplasie.

E’ necessario evitare tutte le esposizioni: solo così si può tutelare la salute e porre fine all’epidemia di cancri tra i quali quelli da amianto / asbesto.
L’Osservatorio Nazionale Amianto ha quindi istituito le Guardie Nazionali Amianto e questa piattaforma che permette di valorizzare la collaborazione di tutti i cittadini, e la presa di coscienza delle condizioni di rischio e con esse la necessità della messa in sicurezza.

Segnala, anche in forma anonima, i siti con presenza di amianto, sospetta o reale. Lottiamo insieme per la vita: segnala la presenza di amianto, reale o sospetta, e scrivi all’Osservatorio Nazionale Amianto, inviandoci, se possibile, anche alcune foto.

Contattaci al numero 0773/663593
scrivi all'Osservatorio Nazionale Amianto

Aderisci all’ONA

L'Associazione rappresenta, tutela ed assiste i cittadini e lavoratori esposti vittime dell'amianto e di altri cancerogeni e i loro famigliari. Chiede la prevenzione primaria secondaria e terziaria e la messa al bando globale dell'amianto e di tutti gli altri agenti tossico nocivi per tutelare la salute e l'ambiente.

Aderisci all'Osservatorio Nazionale Amianto Continua

Sostieni l’Osservatorio Nazionale Amianto

Sostieni ONA

Fornisci un aiuto concreto all’ONA. Dona il tuo 5×1000

Tutte le donazioni sono completamente deducibili dal reddito complessivo (sia per le persone fisiche che per i soggetti Ires).

Dipartimento Pianificazione e Sviluppo del Territorio